Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

EDIZIONE NUMERO 104

Ciclismo, la Polizia stradale al seguito del Giro d'Italia

Da scorta per le 21 tappe ci sono 26 motociclisti e 12 operatori in auto

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

09 Maggio 2021 - 14:59

CREMONA - È la Polizia stradale come ogni anno che accompagna i ciclisti nei 3.450 chilometri del 104° Giro d’Italia.

La corsa rosa è partita ieri da Torino per concludersi il prossimo 30 maggio a Milano dopo aver attraversato 14 regioni e 50 province, con brevi sconfinamenti in Slovenia e Svizzera.

In questa edizione la Specialità della Polizia è presente con 26 motociclisti e 12 operatori in auto, che scorteranno il Giro dei professionisti per le 21 tappe lungo tutto il nostro Paese. Altri 18 equipaggi, di cui 10 motociclisti e 8 operatori in auto, seguiranno gli atleti impegnati nel Giro E-bike. Sono invece 12 le unità che terranno i rapporti con le Autorità di tutte le province interessate dalle due competizioni e con i mass media.

Grande attesa per la tappa cremonese che passerà il 27 maggio: la Polizia stradale cremonese sarà impegnata sin dalla mattina a monitorare l’A10 e tutto il percorso cittadino, oltre a chiudere per il passaggio il casello autostradale di Cremona.

Della Polstrada di Cremona sono presenti Andrea Maffezzoni (Giro e bike),  Alessio Ridolfi (giro tradizionale in moto) e Rosario Cammaroto (meccanico). Da Crema Daniele Morvillo, autista su una delle auto delle telecomunicazioni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400