Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

L'OMICIDIO DI PARMA

Daniele e il suo assassino Patrick: due vite distrutte

Un delitto della gelosia che lascia sconvolti: il 18enne di Casalmaggiore è stato barbaramente accoltellato dal 20enne di Parma

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

05 Maggio 2021 - 20:51

CASALMAGGIORE - Due giovani vite distrutte. Daniele Tanzi, di Casalmaggiore, aveva solo 18 anni: è morto la notte scorsa in un mulino abbandonato, nella prima periferia di Parma. Patrick Mallardo di anni ne ha solo due di più: è stato lui a sferrare le 24 coltellate che hanno ucciso Daniele. Davanti agli uomini della Questura ha confessato che a scatenare la sua furia omicida è stata la gelosia per la ex fidanzata, Maria Teresa. 

C'era anche lei, al primo piano dell'ex mulino. Ha assistito al brutale delitto ed è rimasta ferita lei stessa. Ora ricostruire ciò che è accaduto esattamente poco dopo la mezzanotte di un 5 maggio di sangue è compito degli inquirenti. Intanto, resta il senso di un dramma impossibile da descrivere. E da accettare. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400