Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

TEATRO EDUCAZIONE

Un nome per la mucca: Bianchina o Nerina?

Alle Fiere Zootecniche le animazioni per bambini di Cauzzi e Branca: manto bianco a macchie nere o nero a macchie bianche?

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

27 Novembre 2021 - 21:18

CREMONA - «Bevete più latte, il latte fa bene», strilla l’amplificatore che Massimo Cauzzi regge in mano mentre fa il suo ingresso nella platea del teatro Filo per la data d’apertura della rassegna «Il Filo dei Burattini». L’invito scandito da quel motivetto — firmato dal grande Nino Rota per l’episodio diretto dal mito Federico Fellini nel film antologico «Boccaccio 70» — risuona tra le pareti della sala con un intento ben preciso: «Io e Alberto Branca vi aspettiamo alle Fiere Internazionali di Cremona — spiega Cauzzi rivolgendosi a bimbi e genitori accomodati sulle poltroncine —. Siamo in compagnia di una mucca. Non abbiamo capito se è bianca a macchie nere o nera a macchie bianche! Bisognerebbe darle un nome, ci aiutate?».

Sì, perché per tutta la giornata di domenica nel corner che il quotidiano «La Provincia» dedica a «Re Latte» si succedono le irresistibili animazioni che i mattatori Cauzzi e Branca mettono in scena per i bimbi, con il duplice obiettivo di divertire e illustrare le importantissime proprietà nutrizionali dell’«oro bianco», fondamentale soprattutto durante l’infanzia e l’adolescenza. Negli sketch a tema «zootecnico», gli attori interpellano i piccoli spettatori per stabilire come battezzare la mucca che troneggia al centro del set: Bianchina oppure Nerina? Solo i bambini sono in grado di risolvere il dilemma cromatico. Ieri Branca, nei panni deliziosamente stazzonati di Mangiafuoco, ha incantato i baby con i suoi racconti, ma il quesito sul nome della miss a quattro zampe resta aperto: «Qualcuno ha proposto di chiamarla Genoveffa o Brunetta — ha scherzato l’attore —. Il sondaggio, perciò, proseguirà fino alla chiusura dell’evento fieristico». 

Massimo Cauzzi al teatro Filo

La joint venture fra il quotidiano «La Provincia» e la rassegna «Il Filo dei Burattini» si estende anche al di fuori dei padiglioni di CremonaFiere. Il giornale, infatti, è partner della manifestazione curata da Cauzzi, che prosegue sabato prossimo alle 16 con lo spettacolo a ingresso gratuito «Gioppino e il Gran Sultano di Turchia» di Daniele Cortesi: i piccoli partecipanti riceveranno in omaggio una borraccia brandizzata da 400 millilitri. Perfetta per contenere (anche) salutari sorsate di latte. E, come sempre, alla fine dello spettacolo, bimbi e famiglie potranno fare merenda con i prodotti Barilla.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400