Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA CERIMONIA: IL VIDEO

Agnadello, inaugurati i giochi inclusivi al parco comunale di via Pertini

Ospite d'onore la campionessa paralimpica di nuoto Giulia Terzi, plurimedagliata ai giochi di Tokyo

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

02 Ottobre 2021 - 10:46

AGNADELLO - Taglio del nastro per i nuovi giochi inclusivi del parco comunale di via Pertini, acquistati dal Comune grazie ad un contributo regionale di 30.000 euro cui l’ente ha aggiunto circa 5.000 euro di mezzi propri di bilancio. Grazie a queste nuove strutture lo spazio pubblico situato nella zona residenziale vicina all’oratorio diventa utilizzabile anche da bambini con disabilità. Un luogo di tutti, per tutti che il sindaco Stefano Samarati ha raccomandato di rispettare. Proprio lui ha fatto gli onori di casa nella cerimonia pubblica che è iniziata poco dopo le 17. Ospite d’onore, Giulia Terzi, la campionessa arzaghese di nuoto paralimpico, trionfatrice a Tokyo con cinque medaglie su altrettante gare cui ha preso parte in vasca: due d’oro, due d’argento ed una di bronzo. Con lei, l’assessore regionale alle politiche sociali Alessandra Locatelli e la parlamentare della Lega Claudia Gobbato.

Dopo il saluto ai presenti, numerosi, Samarati ha lasciato spazio ad alcuni interventi, a cominciare da quello del «suo»

Lo sport è fondamentale e ad ogni bambino che è qui oggi dico di scegliere uno sport e di praticarlo

assessore ai servizi sociali, Valentina Battisti. «Grazie ai nostri ospiti – ha detto - e grazie a Giulia Terzi per la sua presenza. Qualsiasi cosa si dica, è sempre poco rispetto a ciò che lei ed i suoi colleghi atleti ci hanno insegnato. Faremo tutto il possibile per conservare al meglio questo parco. Speriamo nell’educazione e nel senso civico dei nostri concittadini». Poi , sollecitata dal sindaco che le ha chiesto cosa rappresenti per lei sport e cosa avesse provato salendo sul podio olimpico, ha parlato Giulia Terzi. «Lo sport è fondamentale – ha detto la campionessa rispondendo al primo cittadino e rivolgendosi a tutti i presenti - e ad ogni bambino che è qui oggi dico di scegliere uno sport e di praticarlo. Certo, non è semplice conciliarlo con lo studio ma se una persona sceglie un obiettivo, con determinazione lo può raggiungere. Quanto a Tokyo, ho vissuto un insieme di emozioni indescrivibile. Salire sul gradino più alto del podio è stato come realizzare un sogno. Però posso fare ancora meglio a livello di tempi e presto ricomincerò ad allenarmi in vista del 2022 per essere ancora più in forma rispetto a come non lo sia stata durante le gare in Giappone». L’assessore Locatelli ha voluto sottolineare l’entusiasmo delle tante persone presenti a quest’inaugurazione. «Grazie a voi amministratori comunali – ha affermato - per aver partecipato al bando regionale ottenendo un risultato che è frutto dell’impegno, della passione e del cuore che ci mettete. E grazie a Giulia Terzi, che ci ha reso orgogliosi come italiani e come lombardi facendoci sognare». Da parte dell’assessore una promessa: «L’anno prossimo uscirà un nuovo bando esteso a qualche altra possibilità per un Comune più inclusivo, più accessibile a tutti». 


Per Claudia Gobbato «dopo due anni di aperture e chiusure, nei quali a soffrire di più sono stati proprio i bambini, vederli oggi riempire questo parco è un segnale di speranza, che fa bene al cuore. Grazie all’amministrazione comunale, all’assessore Locatelli e a Giulia che con il suo esempio ci offre una lezione di vita». A seguire, taglio del nastro, foto-ricordo di adulti e bambini con la Terzi e merenda offerta dal Comune a tutti i bambini presenti. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400