Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

2 GIUGNO

Crotti, Rivoltini e Sartori Cavalieri della Repubblica

Si è tenuta la cerimonia di consegna, da parte del prefetto Vito Danilo Gagliardi, dell’onorificenza ai cittadini benemeriti

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

02 Giugno 2021 - 20:57

CREMONA - Nella sala consiliare dell’amministrazione provinciale si è tenuta la consegna, da parte del prefetto Vito Danilo Gagliardi, dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica ai cittadini benemeriti. Cerimonia breve ma intensa.

«Il Covid - premette il prefetto - ci costringe ad essere quattro gatti. Per motivi di sicurezza e per dare una risposta al nostro territorio che è lungo oltre che essere bello, abbiamo valutato di fare una partecipazione simbolica di un cittadino di ogni area, del Cremasco, del Cremonese e del Casalasco, per avere una cerimonia ufficiale della consegna del Cavalierato, riconoscimento che il Presidente della Repubblica ha voluto concedere a chi, in questi anni, ha dato molto di sé, ha voluto contribuire con il suo lavoro, con la sua determinazione, con la sua vicinanza alla comunità in diversi modi, dal lavoro all’assistenza, al volontariato».

Accanto al prefetto, il presidente della Provincia, Mirko Signoroni, i sindaci di Crema, Stefania Bonaldi, Cremona, Gianluca Galimberti, Casalmaggiore, Filippo Bongiovanni. Il prefetto si dice «onorato di consegnare, congiuntamente ai sindaci del territorio, questa onorificenza».

Nella sala, la commozione dei premiati e dei loro familiari.

È il momento di Riccardo Crotti, un curriculum vitae che riempie una pagina e mezza. Presidente della Libera Associazione Agricoltori e di recente di Confagricoltura Lombardia, come numero uno della Libera è «tra i fondatori di Uniti per la Provincia di Cremona», la onlus composta da undici realtà locali, nata «per contribuire a contenere l’emergenza sanitaria del nostro territorio, uno dei più duramente colpiti della pandemia». Applausi, foto con il prefetto e la sindaca Bonaldi.

Da Crotti a Massimo Rivoltini, titolare e socio amministrativo della ‘Rivoltini Alimentare Dolciaria’ di Vescovato, dal 2010 presidente di Confartigianato, dal 2011 a capo del cda di Confartigianato Servizi srl. Una impresa, la Rivoltini, che collabora con Medea e Arco. Applausi, foto con il prefetto, il sindaci di Cremona e Vescovato, Galimberti e Gianantonio Conti.

Da Rivoltini a Giuseppina Sartori. Ora in pensione, nel maggio 2004 è stata dirigente amministrativo dell’ospedale Oglio Po, assumendo, nel 2009, la responsabilità di struttura complessa; dal 2014 a 2015, componente dell’Organismo di vigilanza dell’Azienda Istituti Ospitalieri di Cremona. Applausi, foto con il prefetto, il presidente della Provincia e il sindaco Bongiovanni.

RIPRESE: FOTOLIVE/JONATHAN TOTO

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400