Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL SONDAGGIO

Cremonese, col congedo di Pecchia serve un nuovo allenatore: un «giochista» o un «risultatista»?

Le dimissioni del mister che ha portato i grigiorossi in Serie A hanno spiazzato tanto il team quanto i tifosi. Quale tipo di tecnico è più adatto a prendere le redini della squadra?

Fabrizio Barbieri

Email:

fbarbieri@laprovinciacr.it

22 Maggio 2022 - 19:30

Cremonese, col congedo di Pecchia serve un nuovo allenatore: un «giochista» o un «risultatista»?

CREMONA - La notizia straordinaria delle dimissioni di Fabio Pecchia dal team della Cremonese a due settimane dalla conquista della Serie A ha lasciato tutti spiazzati. Forse una scelta di vita, come lui stesso ammette nella lettera di congedo, forse un nuovo accordo con un altro club o forse qualche contrasto con i programmi della società per il prossimo anno. Sta di fatto che ora i grigiorossi si ritrovano senza un allenatore ed è impellente la necessità di trovare un sostituto.

Se l'allievo di Benitez si può definire un tecnico «giochista», che nel suo asset strategico ha sempre interpretato il risultato come una diretta conseguenza di un gioco di qualità, forse ora la scelta del suo successore da parte del team di Arvedi può ricadere su un allenatore più interessato al raggiungimento di risultati vincenti anche a discapito di un gioco raffinato in campo. E tu cosa pensi? La Cremonese avrebbe più bisogno di un tecnico «giochista» come Pecchia o di uno «risultatista»? Vota il nostro sondaggio e facci sapere la tua.

Preferisco un tecnico «giochista», sulla falsariga di Roberto De Zerbi e Andrea Pirlo, oltre che dello stesso Pecchia

Preferisco un tecnico «risultatista», più simile ad allenatori come Roberto Donadoni o Filippo Inzaghi

Non ho un'opinione in merito

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400