Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PARITA' DI GENERE

Nello sport Cremona punta sul rosa

Tutto pronto per le prime iniziative collegate alla Carta dei valori per lo sport femminile. L’assessore Zanacchi: «Saremo protagonisti, a gennaio si parte con una serie di eventi»

Lucilla Granata

Email:

redazione@laprovinciacr.it

23 Novembre 2021 - 05:15

Nello sport Cremona punta sul rosa

La campionessa Valentina Rodini

CREMONA - Proposta dell’assessore allo Sport Luca Zanacchi e poi approvata in Giunta. È nata così, la ‘Carta dei valori per lo sport femminile’, frutto della collaborazione con l’assessore alle Politiche Sociali e Pari Opportunità Rosita Viola. L’approvazione del documento ha di fatto ufficializzato un passaggio necessario per iniziare a programmare e sviluppare attività sul territorio cittadino riguardanti i temi della parità di genere, con un focus sull’ambito sportivo.

LA CARTA DEI VALORI. Nello specifico, la Carta dei valori per lo sport femminile impegna l’Amministrazione a sviluppare sul territorio comunale politiche e azioni di promozione e valorizzazione dell’attività sportiva femminile, a incentivare e tutelare la pratica sportiva nelle bambine, ragazze e donne e, allo stesso tempo, la strutturazione di percorsi culturali che possano essere di efficace contrasto ad atteggiamenti discriminatori e lesivi della dignità delle donne.

QUATTORDINI ARTICOLI. La Carta è suddivisa in quattordici articoli che nei loro contenuti mirano a creare un mondo sportivo più inclusivo e sempre più attento alle istanze del mondo femminile. Allo stesso tempo, impegna le associazioni locali a recepire i contenuti della Carta stessa e a tradurli in atti concreti nella vita delle atlete di ogni livello.

«La nostra città, il nostro tessuto sportivo da tempo sono attenti alle tematiche presentate all’interno della Carta dei valori per lo sport femminile. Siamo il territorio quinto in Italia per indice di sportività femminile e da tempo si vanno organizzando eventi dedicati alla sensibilizzazione di tematiche riguardanti la parità di genere e i diritti delle atlete. Con l’approvazione della Carta dei valori per lo sport femminile, l’Amministrazione comunale si dota di uno strumento indispensabile per poter sviluppare ulteriori progettualità a tutela delle donne. I prossimi passi vedranno il coinvolgimento delle tante associazioni sportive. Per i prossimi mesi abbiamo in programma di creare corsi di formazione specifici per atlete, famiglie, e tecnici delle società», spiega l’assessore allo Sport Luca Zanacchi. «Già a partire dal mese di dicembre organizzeremo degli incontri e parteciperò a delle riunioni finalizzate alla strutturazione di iniziative che partiranno da gennaio».

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ATLETE. La Carta dei valori dello sport femminile nasce su impulso dell’Associazione Nazionale Atlete (Assist) che a livello nazionale, oltre alla tutela delle agoniste e del personale tecnico, pone al centro della sua mission azioni di sensibilizzazione su tutti i temi riguardanti la parità di diritti nello sport, la parità di accesso alla pratica sportiva e la cultura sportiva in generale.

L'Assist è impegnata contro le molestie sui minori nello sport attraverso progetti di sensibilizzazione, organizza eventi e convegni, produce materiali promozionali, realizza video, operando spesso in collaborazione con le istituzioni pubbliche, promuovendo percorsi culturali e formativi per la promozione e lo sviluppo di processi culturali volti ad una maggiore inclusività in ambito sportivo. La partita è più aperta che mai e Cremona è pronta a scendere in campo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400