Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BASKET AZZURRO

Mondiali, Spagnolo della Vanoli nella giovane Italia del Ct Sacchetti

Avversari nella prima finestra delle qualificazioni alla Fiba World Cup, la Russia (26 novembre) e i Paesi Bassi (29 novembre)

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

16 Novembre 2021 - 13:42

Mondiali, Spagnolo della Vanoli nella giovane Italia del Ct Sacchetti

Il play della Vanoli Matteo Spagnolo

ROMA (ITALPRESS) - Dopo i fasti di Belgrado e la cavalcata giapponese, l’Italbasket torna in campo con nuovi obiettivi. Dopo aver stupito il mondo del basket con la qualificazione olimpica dopo 17 anni, la Nazionale inizia il percorso verso il Mondiale che si giocherà nel 2023 in Giappone, Indonesia e Filippine. Sulla strada della squadra del ct Meo Sacchetti ci sono, nella prima "finestra" delle qualificazioni alla Fiba World Cup, la Russia (26 novembre a San Pietroburgo) e i Paesi Bassi di coach Maurizio Buscaglia (29 novembre al Mediolanum Forum di Assago a Milano). Due impegni tutt'altro che semplici nel girone che comprende anche l'Islanda (doppio confronto in programma a febbraio 2022). L'emittente che trasmetterà le gare sarà resa nota dopo l'assegnazione dei diritti da parte di FIBA. Nel roster - dopo la scrematura da 24 a 16 giocatori- ben 5 atleti olimpici (Mannion, Pajola, Tessitori, Tonut e Vitali). Primissima convocazione per Bruno Mascolo e Alessandro Lever. E tra i 16 convocati c'è anche il 18enne play della Vanoli Basket, Matteo Spagnolo. E' invece rimasto escluso l'altro giocatore biancoblu Andrea Pecchia.

VOGLIA DI AZZURRO

"Non vediamo l’ora di ricominciare - ha detto il ct Sacchetti - perché la scia magica dell’estate appena vissuta non si è esaurita. La gente ha ancora voglia di Azzurro e noi abbiamo ancora fame di vittorie. L'obiettivo di fronte a noi è grande: partecipare nuovamente al Mondiale significherebbe attestarsi con regolarità sui livelli che l'Italbasket merita e soprattutto vorrebbe dire potersi nuovamente giocare l’accesso all’Olimpiade, traguardo pazzesco. Ricominciamo proseguendo una strada che fino a questo momento ci ha dato grandi soddisfazioni, ovvero con un gruppo molto giovane e di prospettiva. Ragazzi ai quali vogliamo dare nuove occasioni per mostrare il proprio valore e fare esperienza internazionale. Il ricambio generazionale è in pieno svolgimento e abbiamo il dovere di lavorare su questa traccia per garantirci il futuro della Nazionale. Spero che i tifosi riempiano il Forum non solo per sostenere i nostri ragazzi ma anche per cominciare a sentire l'atmosfera che si respirerà la prossima estate all’Europeo". 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400