Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SI VA ALLE OLIMPIADI

Il marchio profondo di Cremona nell'impresa dell'Italbasket

Pass per Tokyo: i meriti di Paolo Galbiati e degli ex Sacchetti, Fontecchio e Ricci. I 12 convocati

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

06 Luglio 2021 - 10:14

Il profondo marchio di Cremona nell'impresa dell'Italbasket

Coach Paolo Galbiati sulla panchina della Nazionale azzurra

CREMONA - C’è, eccome, anche il marchio profondo di Cremona nella strepitosa prestazione dell’Italbasket che, con una faccia tosta e una intraprendenza pazzesche, in casa della Serbia a Belgrado, ha dominato (102-95) la finale di uno dei tornei preolimpici e si è strameritata il pass per l’Olimpiade di Tokyo, dopo 17 anni dalla precedente esperienza con i cinque cerchi che ad Atene (nel 2004) permise all’Italia di vincere la Medaglia d’Argento (in campo allora c’era l’ex juvino Matteo Soragna che in questa occasione ha commentato le telecronache di Sky Sport dal fortino della Nikolic Arena).

Il rapporto strettamente diretto tra azzurro e Cremona riguarda il coach della Vanoli, Paolo Galbiati, che anche durante la finale contro la Teodosic band ha diretto interamente un time-out e nel corso del match si è più volte alzato per mandare consigli e indicazioni ai giocatori azzurri. Dimostrazione di come il Ct Sacchetti, e tutto il gruppo Nazionalcestistico, abbia grande considerazione del tecnico di Vimercate, che con i biancoblù cremonesi ha fatto vedere ottime cose. Non è un caso che la crescente quotazione azzurra di Galbiati, abbia portato la Vanoli alla decisione di inserire nello staff tecnico un’altra figura importante, un vice allenatore di levatura europea come Federico Perego, che avrà il compito di gestire i periodi nei quali (per esempio a partire proprio dalle Olimpiadi giapponesi) l’head coach sarà impegnato con la Nazionale maggiore.

Il rapporto indiretto con la nostra città, invece, vede «implicati» gli ex biancoblu. Il primo, è ovviamente il commissario tecnico Meo Sacchetti, che ha guidato dalla panchina la Vanoli nelle stagioni dal 2017-18 al 2019-20; tre annate da crescendo rossiniano, culminate con la storica conquista a Firenze della prestigiosa Coppa Italia e con l’approdo alla semifinale playoff scudetto. Lo tsunami Covid ha interrotto quello che sembrava un rapporto molto stretto, ma a prescindere da come sono andate le cose tra il tecnico e il club, è innegabile il grande merito di Sacchetti nella gestione del gruppo azzurro e sul risultato ottenuto dalla sua nazionale.
Quasi inaspettato alla vigilia, uno dei principali protagonisti del preolimpico di Belgrado è stato Simone Fontecchio, arrivato a Cremona in prestito da Milano nel dicembre 2017 (chiuse l’annata con medie da 10.6 punti e 3.4 rimbalzi). Il suo impatto con gli azzurri è stato devastante: 21 punti contro Portorico, 17 con la Repubblica Dominicana, di nuovo 21 contro la Serbia. Nella spedizione azzurra anche Giampaolo Ricci, ex molto amato dalle nostre parti (alla Vanoli dal 2017 al 2019, prima dell’approdo alla Virtus Bologna campione d’Italia in carica); per lui 11 punti complessivi nelle tre uscite di Belgrado, ma soprattutto un punto di riferimento.

I CONVOCATI PER TOKYO

A due giorni dalla clamorosa impresa di Belgrado, è di nuovo tempo di scelte. Il Commissario Tecnico Meo Sacchetti ha diramato la lista dei 12 convocati per il torneo di basket ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Rispetto al preolimpico, entra Danilo Gallinari ed esce Awudu Abass. Gli Azzurri si raduneranno a Roma lunedì 12 luglio e partiranno per il Giappone venerdì 16 luglio. L’esordio all’Olimpiade è previsto per il 25 luglio contro la Germania alla Saitama Super Arena.


I 12 Azzurri per i Giochi Olimpici di Tokyo

#0 Marco Spissu (1995, 184, P, Banco di Sardegna Sassari)
#1 Niccolò Mannion (2001, 188, P/G, Golden State Warriors – NBA)
#7 Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
#8 Danilo Gallinari (1988, 208, A, Atlanta Hawks – NBA)
#9 Nicolò Melli (1991, 206, A, Dallas Mavericks – NBA)
#13 Simone Fontecchio (1995, 203, A, Alba Berlino – Germania)
#16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C, Segafredo Virtus Bologna)
#17 Giampaolo Ricci (1991, 202, A, Segafredo Virtus Bologna)
#24 Riccardo Moraschini (1991, 194, G, A|X Armani Exchange Milano)
#31 Michele Vitali (1991, 196, G, Umana Reyer Venezia)
#33 Achille Polonara (1991, 205, A, Fenerbahce Istanbul - Turchia)
#54 Alessandro Pajola (1999, 194, P, Segafredo Virtus Bologna)

All: Meo Sacchetti
Assistenti: Lele Molin, Piero Bucchi, Paolo Galbiati

Questo il calendario a Tokyo del Gruppo B

Domenica 25 luglio

Germania-Italia (13.40 italiane, 6.40 locali)
Australia-Nigeria (17.20 italiane, 10.20 locali)

Mercoledì 28 luglio

Nigeria-Germania (03.00 italiane, 10.00 locali)
Italia-Australia (10.20 italiane, 17.20 locali)

Sabato 31 luglio

Italia-Nigeria (06.40 italiane, 13.40 locali)
Australia-Germania (10.20 italiane, 17.20 locali)

Martedì 3 agosto
Quarti di finale

Giovedì 5 agosto
Semifinali

Sabato 7 agosto
Finali

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400