Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

A COVERCIANO

Per la Cremonese emozioni azzurre

Breve test tra la Nazionale e la Primavera grigiorossa. Gli Azzurri vincono per 9-1, Lauciello assapora l’emozione del gol

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

18 Giugno 2021 - 09:38

Per La Cremonese emozioni azzurre

COVERCIANO - La carezza del ct Roberto Mancini che saluta a uno a uno tutti i giovani grigiorossi già cambiati e pronti a scendere in campo, le parole di un cremonese doc come Gianluca Vialli che ha raccontato quanta strada e quanto sacrificio occorrano per arrivare in alto nel calcio professionistico, l’atmosfera densa di storia del calcio italiano che si respira a Coverciano. Il Club Italia, sede della nazionale, per un giorno si tinge di grigiorosso. Per la presenza di Vialli, della Primavera della Cremonese ma anche di altri ex come Attilio Lombardo, Salvatore Sirigu e Gaetano Castrovilli. Una pioggia di emozioni per la Primavera della Cremonese che ha avuto il privilegio di allenare l’Italia che agli Europei sta viaggiando forte con un doppio 3-0 inflitto alla Turchia prima e alla Svizzera dopo. Un pomeriggio indimenticabile per i ragazzi di Elia Pavesi che partiti in mattinata dal Centro Arvedi hanno vissuto una giornata da conservare nell’album dei ricordi. Giocare faccia a faccia contro i top player italiani ha cancellato l’amarezza per la semifinale playoff persa contro il Lecce (e per qualcuno il pensiero dell’esame di maturità da sostenere) e dunque per la mancata promozione in Primavera 1. Promozione sfiorata da un gruppo davvero giovane che l’anno prossimo sarà chiamato a ripetersi e a confermarsi.

La delegazione grigiorossa ha così potuto chiudere la stagione con un regalo fantastico: la chiamata del Club Italia è stato l’allenamento più bello dal punto di vista emotivo ma anche altamente competitivo, sebbene durato un’ora circa.
Sul campo ‘Vittorio Pozzo’ è andato in scena il test che ha visto giocare gli Azzurri che non sono partiti dal primo minuto contro la Svizzera. Nel primo dei due mini tempi da 25 minuti ciascuno Sirigu e Raspadori hanno giocato con l’undici grigiorosso, mentre nella ripresa sono andati nelle fila dei lombardi Sirigu e, per metà tempo a testa, Bernardeschi e Belotti. A segno nel 9-1 finale Chiesa e Belotti (autori entrambi di una tripletta), Pessina (a segno due volte) e Bernardeschi. In rete per la Cremonese il giovane Lauciello che ieri notte è rientrato a casa con la soddisfazione di aver timbrato il cartellino a Coverciano.

A fine partita foto di gruppo per ricordare un pomeriggio speciale per i grigiorossi. Nello scatto non poteva mancare il capodelegazione azzurro, Gianluca Vialli, nato a Cremona e cresciuto calcisticamente nella Cremonese che ha speso parole d’affetto per i ragazzi di Pavesi, nei quali si è rivisto quando cominciava a sbocciare tutta la sua indiscussa classe. L’emozione di giocare a Coverciano ha coinvolto tutti, anche Valtulini che nonostante l’infortunio al ginocchio e le stampelle ha accompagnato i compagni. Va quindi in archivio un anno davvero speciale per il settore giovanile della Cremo che ha superato tante difficoltà, non solo sul campo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400