Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

AUTOMOBILISMO

1000 Miglia, il ritorno a Cremona della mitica corsa

Presentata in streaming, mercoledì 16 giugno il passaggio in città delle 375 vetture ammesse in gara

Marco Davò

Email:

redazione@laprovinciacr.it

12 Maggio 2021 - 19:12

1000 Miglia, il ritorno a Cremona della mitica corsa

BRESCIA - Nella giornata in cui originariamente avrebbe dovuto prendere il via prima di essere, in ottica preventiva posticipata di cinque settimane, la trentanovesima edizione della 1000 Miglia è stata ufficialmente presentata in streaming dal Museo Mille Miglia: mercoledì 16 giugno le 375 vetture ammesse in gara oltre ad alcuni esemplari di particolare pregio iscritti in Lista Speciale partiranno dalla tradizionale rampa di Viale Venezia a Brescia per farvi ritorno sabato 19.

Il presidente di ACi Brescia Aldo Bonomi, il presidente di 1000 Miglia Franco Gussali Beretta e l’ amministratore delegato Alberto Piantoni intervenuti alla presentazione hanno espresso il desiderio che la 1000 Miglia 2021 rappresenti un sostegno per l’ Italia e una spinta per la ripartenza. ”Ci piace pensare a questa edizione della 1000 Miglia come più di una semplice gara: un vero e proprio volano di rinascita per l’Italia intera – ha commentato Bonomi – che concretamente supporti il turismo dei comuni che incontreremo”.

Il presidente di 1000 Miglia srl Franco Gussali Beretta ha spiegato che l’edizione del 2021 della Mille Miglia sarà caratterizzato dal tema “Crossing the future” claim che arricchisce il logo dell’edizione e che incarna perfettamente la doppia anima del brand che oggi unisce la tradizione del passato con il futuro dell’automobilismo.

Grande attenzione anche quest’anno sarà data al tema della sostenibilità con la 1000 miglia Green che vedrà in competizione vetture elettriche di ultima generazione e pure per la sicurezza con l’adozione, come nell’edizione precedente di un rigoroso protocollo cui dovranno attenersi concorrenti, addetti ai lavori e pubblico.

“1000 Miglia è sempre stata una finestra sul futuro dell’ automobile – ha spiegato Alberto Piantoni amministratore delegato di 1000 Miglia srl – dal 1927 al 1957 la gara è stata sinonimo di sperimentazione, innovazione tecnologica e futuro dell’ automobile. Oggi vogliamo riportare in vita lo stesso spirito e l’ audacia di quegli anni per rispondere alle sfide che caratterizzano la mobilità e il mondo d’ oggi, a partire proprio dal tema della sostenibilità”.

L’ edizione di quest’ anno presenta la novità del percorso che si snoderà per la prima volta relativamente alla rievocazione storica, in senso anti orario.

PASSAGGIO A CREMONA

E’ proprio nella giornata iniziale nelle prime ore del pomeriggio di mercoledì 16 giugno la corsa passerà per territorio della nostra provincia e per Cremona città. Dopo la tradizionale partenza a Brescia in viale Venezia il variopinto serpentone entrerà in territorio cremonese a Robecco d’Oglio per proseguire lungo la via Brescia sino alla città di Cremona. Il percorso cittadino predisposto dall’organizzazione con il supporto dell’Aci Cremona prevede un breve tragitto sulla tangenziale, l’uscita da essa al rondò di via Persico, via Gallazzi, via Brescia, piazza Libertà, via Decia, Piazza San Michele, via Tofane, corso Pietro Vacchelli, via Platina, via Sicardo per giungere in piazza del Comune dove è previsto una sosta per controllo timbro. Qui gli appassionati avranno la possibilità di vedere da vicino le autovetture partecipanti molte delle quali veri e propri pezzi unici. Deflusso dalla piazza per via Baldesio, Piazza Stradivari, Corso Vittorio Emanuele, viale Po. Attraversato il ponte le vetture raggiungeranno Busseto, Parma per affrontare in seguito le insidiose rampe del passo della Cisa e raggiungere Viareggio sede della prima tappa. Nel giorno successivo lungo la dorsale tirrenica passando per luoghi iconici della cinematografia e letteratura italiana come Castiglioncello e Castagneto Carducci gli equipaggi raggiungeranno Roma per la tradizionale parata notturna per le vie della capitale. La terza tappa da Roma a Bologna lungo la tradizionale dorsale appenninica affrontando i tradizionali passi Passi della Futa e della Raticosa. L’ultima tappa prevede una prima parte immersa nella motor valley italiana prima di attraversare Mantova, Verona con sosta in piazza Bra per festeggiare l’ apertura dell’Arena e indi raggiungere, prima dell’arrivo a Brescia, Salò per un omaggio al circuito automobilistico del Garda le cui edizioni si svolsero dal 1921 al 1966 proprio nella città lacustre.

Tra i 375 ammessi confermata la presenza degli equipaggi della scuderia Cremonese 3T Autostoriche.

Domenico Battagliola in coppia con Emanuel Piona a bordo della Bugatti Type 37 del 1927 cerca la conferma, come nelle ultime edizioni edizioni, del piazzamento nei primi 10 della graduatoria generale.

Paolo Nolli / Alberto Orioli su Fiat 520 Torpedo determinati nel riscattare la sfortunata prova dell’ anno scorso con ritiro nella prima tappa per un guasto meccanico e quindi lottare per un buon piazzamento nella classifica finale.

Amenduni Grisele /Vicari a bordo di una delle più prestigiose vetture del lotto l’Alfa Romeo 6 C1500 SSMM che ha partecipato all’edizione del 1929 della Mille Miglia, in gara per una posizione fra i primi 30 equipaggi classificati e per primeggiare, come nelle scorse edizioni, nella speciale classifica riservata ai manager ed ai capitani d’industria.

Al via anche l’equipaggio composto da Bardelli/Boselli Botturi su Lancia Ardea con l’intento di portare a termine la gara e l’ambizione di ottenere un piazzamento di rilievo, così pure il cremonese di nascita ma bresciano per residenza e attività professionale Enrico Scio, già protagonista delle passate edizioni della rievocazione storica della Freccia Rossa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400