Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PANDINO

Arredi scolastici, nuova vita in Africa par banchi e sedie

Accordo Comune e associazione Pobic, servono per una scuola in Costa d’Avorio

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

16 Luglio 2021 - 06:00

Arredi scolastici, nuova vita in Africa par banchi e sedie

PANDINO - Invece di portarli in discarica, 40 banchi, 60 sedie, tre cattedre e due lavagne avranno una seconda vita. Gli arredi, sino a pochi mesi fa in uso agli istituti scolastici del paese, verranno infatti trasferiti in Africa, nello Stato della Costa d’Avorio, per essere utilizzati dai bambini in età scolare. L’iniziativa si è concretizzata nei giorni scorsi con il carico di materiale preso in consegna dall’associazione Pobic, che da anni si occupa di simili azioni di solidarietà destinate a portare un aiuto concreto al Paese dell’Africa occidentale, dove ancora la povertà crea non poche difficoltà all’istruzione di base. «Per il progetto «La scuola donata» – spiega Franco Bordo, ex parlamentare cremasco e referente locale dell’associazione – abbiamo recuperato questo materiale scolastico dismesso, grazie alla collaborazione del Comune di Pandino. Per merito di queste donazioni, la scuola che stiamo organizzando e attrezzando in Costa d’Avorio sta diventando realtà». La richiesta di poter ottenere gli arredi era stata presentata dallo stesso Bordo in Comune nei mesi scorsi.

La giunta, guidata dal sindaco Piergiacomo Bonaventi, ha valutato la proposta e, sentita anche la direzione dell’istituto comprensivo visconteo, in particolare il dirigente scolastico Giovanni Roglio, è stata organizzata l’operazione. «Nei mesi scorsi – spiegano in Comune – erano stati acquistati nuovi banchi e altro materiale per le elementari di Pandino e della frazione di Nosadello e per la scuola media del capoluogo (frequentata anche dagli studenti di Palazzo Pignano, Ndr)». Un’operazione che rientrava negli interventi organizzati per migliorare la sicurezza di alunni e studenti, contribuento al distanziamento interpersonale in classe in funzione anti contagio da Covid 19. Banchi, sedie e cattedre sostituite erano finite in magazzino, con la prospettiva di essere dismesse, dunque di finire in un centro di recupero in modo che alcune parti venissero recuperate. Poi è arrivata la proposta dell’associazione Pobic che ha cambiato le carte in tavola. Gli arredi scolastici sono già stati trasferiti da Pandino. Andranno a sommarsi a quelli raccolti in altre sedi, per poi essere trasportati su un container via nave sino in Costa d’Avorio. Tutta l’operazione sarà seguita dai responsabili della onlus.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400