il network

Domenica 25 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


CORONAVIRUS. LA SCUOLA

«Dateci quei banchi dismessi. Sono ottimi per i Paesi poveri»

Bordo (Pobic): abbiamo ricevuto molte richieste da Marocco, Uganda, Nigeria e Costa d’Avorio

«Dateci quei banchi dismessi. Sono ottimi per i Paesi poveri»

CALVATONE (20 settembre 2020) - «Vorremmo trasformare la sventura del Covid-19 in una opportunità». Con questa premessa, venerdì sera, Franco Bordo, ex parlamentare, volontario Pobic (Progetti e opere in beneficenza per interventi in cardiopatie), responsabile delle relazioni istituzionali e organizzazione eventi dell’associazione di Bozzolo, con sede anche a Brescia, ha lanciato un appello per il riutilizzo dei banchi scolastici scartati da molti istituti. Lo ha fatto al ristorante locanda Zanzarina d’Oro di Calvatone, nel contesto del convegno, organizzato da Pobic nel 28esimo anniversario della sua fondazione, con la partecipazione, fra gli altri, del sottosegretario del Ministero della salute Sandra Zampa.
«Si stanno dismettendo molti banchi — ha detto Bordo —. Noi, come Pobic, siamo disponibili a raccoglierli e a trasportarli in Africa. Abbiamo già avuto un interessamento dal Marocco, dall’Uganda, dalla Nigeria e dalla Costa d’Avorio». Paesi in cui c’è un grande bisogno di materiali di quel tipo.

L’organizzazione non governativa ha la sede nazionale a Brescia mentre quella del Coordinamento Italia Nord Ovest a Bozzolo e altre sedi a Cremona e a Verona. Persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale nel campo della beneficenza, dell’assistenza sanitaria, dell’istruzione e dell’assistenza sociale socio-sanitaria attuata attraverso aiuti umanitari in Costa d’Avorio, in Marocco, in Moldavia e in Ucraina. Con Open Heart, Pobic ha fatto operare all’ospedale Giannina Gaslini di Genova decine di bambini gravemente malati al cuore. Ma ha anche fatto in modo che il progetto «Cuore aperto» si attuasse direttamente in Nigeria, facendo volare nello Stato africano un’équipe medica italiana — sempre dell’ospedale Gaslini — per operare direttamente in loco. Adesso questa disponibilità per il trasporto dei banchi in Africa. Un appello da raccogliere. Per informazioni 0376/920464.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

19 Settembre 2020