Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONAJAZZ

Tullio De Piscopo, musica al sapore di sale

Stasera alle 21 al Museo del Violino il grande batterista, Dado Moroni e Aldo Zunino in concerto

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

27 Maggio 2022 - 05:00

Tullio De Piscopo, musica al sapore di sale

Tullio De Piscopo dietro le pelli

CREMONA - L’edizione CremonaJazz 2022 al gran finale questa sera alle ore 21 con l’ultimo concerto in programma. Occhi e orecchie puntate verso un trio che, come annunciano senza troppi giri di parole le note introduttive del concerto, è destinato a fare scintille: Tullio De Piscopo, autentica leggenda della batteria e collaboratore di Pino Daniele, Dado Moroni, unanimemente riconosciuto come uno dei migliori pianisti jazz viventi, e Aldo Zunino, contrabbassista che ha collaborato con il gotha del jazz nazionale e internazionale, saranno i protagonisti di quello che a tutti gli effetti si preannuncia come un appuntamento imperdibile, e nel quale i tre artisti proporranno un repertorio che è non solo un omaggio in chiave jazz a Pino Daniele, ma anche un incontro fra due città di mare: la Genova di Dado e Aldo e la Napoli di Tullio, a cui si aggiunge la Milano dove De Piscopo si è trasferito.

Il contrabbassista Aldo Zunino

Tre luoghi, tre storie che confluiscono in una musica, il jazz, che fin dalle origini è un genere ibrido, capace di accogliere e fondere esperienze diverse. «Io ero uno scugnizzo - ha raccontato De Piscopo a Musica Jazz in una intervista, tornando con la memoria ai suoi anni seminali -, stavo sempre per strada, anche perché a casa non c’era il riscaldamento. Mi chiamavano il pazzo, perché io stavo sempre con due legni in mano che percuotevo e quando parlavo lo facevo ritmicamente. In pratica, rappavo tutto ciò che i miei occhi vedevano nel mio quartiere, Porta Capuano: quello che faceva don Pasquale l’olivendolo, quello che faceva Filumena, che vendeva la ricotta fresca, quello che faceva don Salvatore il sarto, quello che faceva don Vincenzo il calzolaio. E io lì, a rapparci sopra. Con il passare del tempo tutti mi dicevano che ero il più bravo, ma che non avevo una lira. Allora, mi è venuto in mente di dare la parola alla mia musica, ai miei tamburi».

Dado Moroni

I biglietti (che variano dai 20 ai 25 euro) sono in vendita presso la biglietteria del Museo del Violino e online sul sito www.vivaticket.it. CremonaJazz è promosso da Museo del Violino e Unomedia e il sostegno della Fondazione Arvedi Buschini, MDV friends, Adecco, Air Liquide e Marsh.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400