Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STORIA

Il Dostoevskij di Danila. Mail Art da Castelleone all’expo di S. Pietroburgo

L’opera artistica di Compiani, ex docente di lingue, selezionata per la mostra: «Non mi monto la testa, ma che un mio lavoro sia lì è una bella soddisfazione»

Matteo Berselli

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

06 Gennaio 2022 - 08:52

Il Dostoevskij di Danila. Mail Art da Castelleone all’expo di S. Pietroburgo

L’artista Danila Compiani e l'opera pittorica dedicata al grande scrittore Fedor Dostoevskij

CASTELLEONE - Ha viaggiato via posta da Castelleone a San Pietroburgo, in un pacco che ha attraversato la vecchia Europa continentale arrivando puntuale a destinazione nella città adagiata lungo il Mar Baltico. E adesso il contenuto di quella spedizione è esposto in una mostra di mail art organizzata nella città russa in occasione dei duecento anni dalla nascita di Fedor Dostoevskij. Si tratta di un dipinto realizzato da Danila Compiani, artista castelleonese che ha ritratto a modo suo l’autore di ‘Delitto e castigo’ e di tanti altri libri di successo. Il profilo inconfondibile dello scrittore è stato incastonato in uno scenario floreale e colorato, con la sagoma della cattedrale di San Basilio sullo sfondo. Sulla destra dell’opera compare una scritta in cirillico che l’autrice non ha scelto a caso, e che si traduce con ‘la bellezza salverà il mondo’.

Il dipinto resterà esposto a San Pietroburgo fino al 21 gennaio

LA BELLEZZA SALVERA' IL MONDO

«Per elaborare il dipinto - spiega Compiani - ho tratto ispirazione da questa frase, citata ne ‘L’idiota’. Mi è sembrato il modo migliore per rendere omaggio a un gigante della letteratura, che ho cercato di tratteggiare con una luce diversa, meno ombrosa di quella che solitamente lo avvolge». Docente in pensione, Compiani si è specializzata proprio in russo, e la conoscenza della lingua l’ha indubbiamente agevolata nell’apprendere le corrette modalità di trasmissione degli elaborati. La mail art, anche conosciuta con il termine arte postale, è strutturata da regole ben precise e come unico mezzo di distribuzione prevede per l’appunto il servizio postale: «Mostre di questo genere accettano generalmente solo opere di piccolo formato e mi sono adeguata. La partecipazione era libera e certo non mi monto la testa, ma il fatto che un mio lavoro sia presente in un’esposizione a San Pietroburgo dedicata a Dostoevskij è una bella soddisfazione, non lo nego».

Uno scorcio dello studio di Danila Compiani a Castelleone 

A CACCIA DEI SASSI DECORATI

La mostra chiuderà il prossimo 21 gennaio e se è vero che sarà la bellezza a salvare il mondo, l’artista castelleonese sta fornendo un non trascurabile contributo alla causa. Nelle ultime settimane ha infatti disseminato nelle strade del borgo i suoi coloratissimi sassi decorati, piccoli capolavori abilmente posizionati in luoghi strategici della città, in modo da diventare la ricompensa di una ‘caccia al tesoro’ che sta appassionando adulti e bambini. Cambia il tema che caratterizza il disegno ma il piacere di scovare una sua creazione mentre si passeggia e poi postarla sui social per dare conto del ritrovamento è sempre lo stesso. Nato come un gioco, è diventato un fenomeno di tendenza, e domenica approderà per la prima volta sui banchi del mercatino d’antiquariato: i piccoli e grandi cercatori di sassi pregustano già una nuova avventura.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400