Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA SERIE TV

«DOC - Nelle tue mani», seconda stagione per la serie evento 'cremonese'

Luca Argentero e il resto del cast in azione: via alle riprese del seguito del medical drama ispirato alla storia vera del medico di Grontardo Pierdante Piccioni

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

23 Maggio 2021 - 07:35

«DOC - Nelle tue mani», seconda stagione per la serie evento 'cremonese'

CREMONA - Sono iniziate le riprese della seconda stagione di DOC - Nelle tue mani, la serie tv liberamente ispirata alla storia vera del medico cremonese Pierdante Piccioni che, risvegliatosi da un coma dovuto a un incidente stradale avvenuto nel 2013, ha perso la memoria legata ai 12 anni precedenti l'accaduto. Il protagonista del medical drama è Luca Argentero: la prima stagione di 16 episodi, andata in onda dal 26 marzo 2020 su Raiuno, ha raccolto un successo straordinario. E la produzione guidata da Luca Bernabei non ha perso tempo: cast subito in azione e telecamere di nuovo accese.

LA NUOVA STAGIONE: IL VIDEO DEI PRIMI CIAK

Pierdante Piccioni, nato il 30 agosto 1959 a Levata di Grontardo, è stato primario del pronto soccorso dell'Ospedale Maggiore di Lodi e di quello di Codogno, docente universitario all'Università degli Studi di Pavia e consulente del Ministero della salute. Nel 2013, a causa di un incidente sulla tangenziale di Pavia, entra in coma. Al suo risveglio poche ore dopo, a causa di una lesione alla corteccia cerebrale, ha come ultimo ricordo il momento in cui, nel giorno dell’ottavo compleanno del figlio Tommaso, sta uscendo dalla scuola dove lo ha appena accompagnato. La data è quella del 25 ottobre 2001 e Piccioni non ha memoria dei suoi ultimi 12 anni di vita. Riuscirà a ricostruirli solo attraverso foto e racconti della moglie e degli amici e seguirà lo stesso percorso per quanto riguarda l'attività professionale, ricominciando a studiare e ricostruendo i rapporti con i colleghi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400