Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

La rivolta in carcere scuote il mondo politico

Interrogazione dei consiglieri Pd Lipara e Fiamma: 'Accertare sovraffollamento e se c'è personale sufficiente'

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

29 Agosto 2014 - 20:18

carcere di cremona

CREMONA - La politica si interroga sulla rivolta nel carcere di Cà del Ferro, durante la quale alcuni detenuti armati di spranghe e pezzi di vetro hanno affrontato e minacciato gli agenti di polizia penitenziaria. I consiglieri comunali del Pd Luigi Lipara e Renato Fiamma hanno presentato un’interrogazione per chiedere al sindaco, tra l’altro, di «accertare le effettive condizioni della struttura, l’eventuale sovraffollamento e la disponibilità degli organici da adeguare alla sicurezza».

«La gravità - premettono Lipara e Fiamma - di quanto denunciato dai sindacati e i precedenti episodi critici inducono a ritenere che vi siano motivi di disagio, sia tra i reclusi che per i lavoratori preposti alla loro sorveglianza». Da qui la richiesta al sindaco «se si pensa di attivare un confronto con la direzione della casa circondariale e l’amministrazione penitenziaria al fine di accertare l’effettiva situazione della struttura». Da diversi punti di vista, compresa la questione del personale destinato «alle attività rieducative» dei carcerati», oltre alle «condizioni di igiene e sicurezza» per i lavoratori e i detenuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • themitch

    30 Agosto 2014 - 08:48

    Cominciate con mandare nelle carceri di casa loro gli stranieri che stiamo mantenendo a sbafo.

    Report

    Rispondi