Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LINEA FERROVIARIA

Convogli vecchi, treni fermati dal caldo

Già annullate alcune corse e venerdì 24 salta il locale delle 20 da Treviglio a Cremona

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

24 Giugno 2022 - 05:25

Convogli vecchi, treni fermati dal caldo

CREMA - Cancellazioni preventive di convogli per colpa del caldo. Devono subire anche questo disagio, oltre ai purtroppo noti e costanti ritardi e guasti, i pendolari cremaschi della linea ferroviaria per Milano e Cremona.

Da qualche giorno, Trenord annuncia con largo anticipo lo stop alla circolazione di alcune corse. Le ultime in ordine di tempo sono quelle di stamane all’alba (diretto 10602 delle 5,32 da Cremona per Milano Porta Garibaldi) e stasera delle 20,07 da Treviglio per Cremona, il penultimo della giornata. Nell’informazione online all’utenza, Trenord parla genericamente «di esigenze manutentive in relazione all’emergenza climatica per temperature elevate».

Il 10641 non ha mai viaggiato nel corso di questa settimana. Lunedì e martedì era stato già cancellato due volte il 10602, che viaggia in orari in cui le temperature non sono da bollino rosso. Non vengono forniti altri dettagli, al che per gli utenti non resta che fare delle supposizioni. Si tratta di materiale rotabile vecchio, con impianti di condizionamento mal funzionanti che dunque non reggono più? O addirittura i treni cancellati non hanno l’aria condizionata? Anche dal Comitato pendolari cremaschi cercano di capire le cause e avanzano delle ipotesi.

«I treni vecchi, che a dispetto di tante parole spese in questi anni, sono ancora tutti sulle nostre linee, anche come diretti su Milano, mediamente hanno alcune carrozze calde (invivibili) e altre fresche. Ovviamente, è impensabile poter far viaggiare un convoglio senza aria condizionata e magari con i finestrini bloccati».

Secondo il comitato è possibile che una simile situazione non si verifichi solo sulla linea Cremona-Crema-Milano via Treviglio. «I treni non più affidabili – concludono i viaggiatori – è possibile siano stati messi in panchina. Di conseguenza Trenord non ha il 100% del materiale rotabile in servizio, deve fare delle scelte e procedere con le cancellazioni. Per quanto ci riguarda, per ora abbiamo registrato due casi, quello del 10641 e quello del diretto per Milano, il 10602 del mattino, un orario in cui peraltro le temperature non sono certo insostenibili, ma tant’è».

Dalla società di trasporto fanno sapere che al posto del 10641 è stato istituito un servizio sostitutivo di autobus e che rimane regolarmente in servizio l’ultimo convoglio serale tra Treviglio e Cremona: il 10643 delle 21,07.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400