Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SAN GIOVANNI IN CROCE

Il Comune in causa con l’Enel: «Restituite i soldi»

Richiesta di 70 mila euro all’azienda elettrica. «Somme indebitamente versate dopo i lavori di riqualificazione»

Pierluigi Cremona

Email:

pierluigi.cremona@virgilio.it

23 Giugno 2022 - 05:15

Il Comune in causa con l’Enel: «Restituite i soldi»

SAN GIOVANNI IN CROCE - Sarà lo studio legale Bonomi Zanetti di Bergamo, a seguire la causa avviata dal Comune di San Giovanni in Croce nei confronti di Enel Sole, «per somme indebitamente versate alla società, per l’illuminazione pubblica a seguito dei lavori di riqualifica delle reti e degli impianti di illuminazione comunale», spiega la determina di affidamento dell’incarico. Lo studio legale orobico è specializzato nel settore e anche altri enti locali si sono appoggiati a loro per questioni similari.

La cifra che dovrebbe rientrate nelle casse dell’ente locale è di circa 70 mila euro. Una causa analoga è stata avviata anche dall’Unione Palvareta Nova (Solarolo Rainerio, San Martino del Lago e Voltido) lo scorso mese e le motivazioni sono le stesse, in quanto la richiesta di San Giovanni fa riferimento al periodo in cui faceva parte dell'Unione.

Attraverso Enel Sole, erano stati eseguiti gli interventi di riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica, terminati nel corso del 2014 e 2015. A seguito della prevista riqualificazione energetica, che aveva portato le luci a led, è diminuita la potenza effettivamente impiegata per l’illuminazione pubblica e quindi una minor spesa da parte di Enel.

Gli importi versati da San Giovanni ad Enel Sole per le forniture di energia elettrica furono calcolati sulla base del contratto a forfait, senza tenere conto delle variazioni di potenza introdotte. Quindi una minor spesa anche per l’amministrazione che punta a riavere indietro quanto chiesto in maniera errata dalla società elettrica nata nel 1999, e che oggi si occupa della gestione dell’illuminazione pubblica di circa 4 mila Comuni in tutta Italia.
L'importo dell'incarico legale è di 1.459 euro.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400