Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

FUORI DALL'UNIONE

Per San Giovanni un futuro da 'single'

Con l’uscita da Palvareta Nova inizia il nuovo percorso amministrativo, il sindaco: nel 2021 caserma dei carabinieri, poliambulatori e riqualificazione dei giardini

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

02 Gennaio 2021 - 07:27

Il casoPer San Giovanni un futuro da «single» Con l’uscita dall’Unione dei Comuni Palvareta Nova inizia il nuovo percorso amministrativoIl sindaco: nel 2021 caserma dei carabinieri, poliambulatori e r

SAN GIOVANNI IN CROCE (2 gennaio 2021) - Dopo Piadena Drizzona, anche il Comune di San Giovanni in Croce è riuscito ad approvare entro il 31 dicembre il bilancio di previsione e il documento di programmazione per il triennio 2021-2023. L’arrivo del 2021 segna per San Giovanni l’abbandono dell’Unione Palvareta Nova. In apertura di seduta, il sindaco Pierguido Asinari, affiancato dal segretario Raffaele Grassi, ha sottolineato l’importanza della seduta, a cui si è giunti in tempi rapidi grazie all’assiduo lavoro svolto negli ultimi tre mesi, grazie al quale San Giovanni «potrà iniziare il nuovo anno con le idee chiare e operando pienamente sin da subito».
La trattazione del bilancio di previsione è stata preceduta dall’approvazione delle imposte principali: l’addizionale Irpef, congelata allo 0,6 % da diversi anni, e l’IMU, divisa nelle diverse aliquote, anch’essa rimasta ferma alle aliquote degli anni passati. I due punti sono stati approvati all’unanimità. Il sindaco è poi passato ad illustrare il bilancio, soffermandosi sulle opere pubbliche del 2021, «anno in cui vedranno la conclusione importanti lavori, fra i quali la caserma dei carabinieri e il poliambulatorio comunale», e ha anticipato l’imminente avvio della riqualificazione dei giardini pubblici. Il punto è stato approvato con l’astensione del consigliere di minoranza Christian Soldi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400