Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Violenze tra giovani, un piccolo gruppo di minori commette 5 reati in 2 mesi

Furti, botte e intimidazioni contro dei coetanei. I responsabili: tre ragazze e un ragazzo che sono stati particolarmente attivi tra febbraio e marzo 2022

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

21 Giugno 2022 - 12:50

Scacco ai topi di d'appartamento: due arresti

Una volante della polizia

CREMA - Negli ultimi mesi si sono verificati a Crema alcuni episodi di violenza che hanno avuto come protagonisti gruppi di giovani i quali, soprattutto nelle ore serali del fine settimana, si sono resi protagonisti di aggressioni e condotte violente nei confronti di loro coetanei. Il Commissariato ha da subito attivato dei servizi preventivi, potenziando la presenza sul territorio in particolare nelle zone della movida e ha attivato mirate attività d’indagine per individuare i responsabili per ricostruire le dinamiche e modalità dei fatti.

Particolarmente attivo risultava essere un gruppo composto da tre ragazze e un ragazzo che ha usato violenza fisica e verbale nei confronti di coetanei, approfittando della forza intimidatoria del gruppo. In alcuni casi si limitavano alla semplice aggressione che cagionava alle vittime lesioni personali. In altri andavano oltre, impossessandosi dei loro beni. Le indagini svolte dal Commissariato cremasco hanno permesso di ricostruire i fatti e le modalità con i quali sono stati commessi:

Rapina aggravata: hanno usato violenza e minaccia immediatamente dopo essersi impossessati di una banconota di 5 Euro, sottraendola dalle mani di una minorenne che era intenta ad acquistare un pacchetto di sigarette da un distributore. Il gruppo ha colpito la giovane con un pugno al volto. Il fatto è avvenuto la sera del 5 febbraio in via Mazzini a Crema;

  • Rapina aggravata e lesioni personali: hanno usato violenza e minaccia nei confronti di due ragazze di anni 16, colpendole con schiaffi e calci. I violenti si sono impossessati del cellulare nella cui cover vi era una banconota da 10 euro. Il fatto è avvenuto nella notte del 6 febbraio mentre le due vittime si trovavano al passeggio in Piazza Garibaldi;
  • Lesioni personali: hanno colpito per futili motivi due ragazze di 17 anni con calci e sberle. Il fatto è avvenuto la notte del 6 febbraio mentre le vittime passeggiavano in via Mazzini;
  • Furto aggravato: con destrezza, dopo essersi fatti consegnare da una ragazza di anni 13 il telefono cellulare con il pretesto di fare una chiamata, le hanno rubato una banconota da 50 Euro contenuta nella cover. Il fatto è avvenuto il 10 marzo presso la stazione FS di Treviglio (BG);
  • Violenza privata e Percosse: dopo aver bloccato sulla pubblica via due ragazze di 15 anni, le hanno aggredite dapprima verbalmente per provocare una reazione e successivamente le hanno colpite con schiaffi e calci. Il fatto avveniva la sera del 19 marzo, mentre le due vittime passeggiavano in Piazza Garibaldi.

 

 
I predetti sono stati tutti indagati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Brescia per i delitti commessi. Il GIP del competente Tribunale ha emesso nei confronti di due delle ragazze incriminate l’ordinanza applicativa della misura cautelare del collocamento in comunità. 

I fatti raccontati, per quanto gravi, non rientrano nel fenomeno delle “baby gang” in quanto mancano determinati presupposti, come l’esistenza di una organizzazione, una struttura gerarchica e delle regole ben definite all’interno del gruppo. La situazione è comunque monitorata e proseguono le attività investigative per far luce su altri episodi avvenuti nelle ultime settimane.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400