Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL CONCORSO

«Intraprendere»: trionfa l’«orto tecnologico»

Podio targato Galilei per l’iniziativa a cura di Libera Associazione Artigiani, Camera di Commercio e Assoindustria

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

15 Maggio 2022 - 05:15

«Intraprendere»: trionfa l’«orto tecnologico»

I vincitori Pietro Vanazzi e Leonardo Fusar Bassini tra Marco Bressanelli e Elena Prandelli

CREMA - Un orto smart tra le mura di casa: lo «SnapGarden» ideato da Pietro Vanazzi e Leonardo Fusar Bassini, studenti della V LC dell’istituto Galilei, ha conquistato il primo premio al concorso Intraprendere, organizzato da Libera Associazione Artigiani, Camera di Commercio e Associazione Industriali per accendere l’intuito imprenditoriale e la voglia di mettersi in gioco dei giovani cremaschi.

tutti

Sul podio altri due progetti targati Galilei: «Wheelsonroad» di Giada Marin e Cristian Lepore, camper attrezzato per le esigenze dei disabili in sedia a rotelle, e «Poseidon» di Alessandro Della Giovanna, sistema di droni subacquei automatizzati per il filtraggio degli idrocarburi nelle acque portuali.

galieli

I secondi classificati Cristian Lepore e Giada Marin

terzo

Alessandro Della Giovanna al terzo posto

VERDE TECNOLOGICO


Da un lato la passione per la cucina, dall’altro il talento orientato alla prototipazione: ecco i moventi che hanno portato Vanazzi e Fusar Bassini a concepire il loro orto domestico ad alto contenuto tecnologico.

«L’obiettivo è rendere disponibile a chiunque una scorta di ortaggi ed erbe aromatiche — spiegano i due ideatori —. Il progetto si basa su una griglia personalizzabile composta da elementi magnetici: la struttura modulare consente di installare anche serbatoi d’acqua e impianti di irrigazione autonoma con la possibilità di dotare il sistema di sensori per il monitoraggio di fattori come il livello di umidità del terreno e l’esposizione al sole. È incluso un servizio di customer care sia in presenza che da remoto, per guidare i coltivatori nel migliore dei modi».

Insomma: «SnapGarden» è una soluzione alla portata di tutti, dagli home farmer che puntano all’autoproduzione alimentare fino agli imprenditori del settore Horeca. «Siamo partiti da una semplice constatazione — dicono i due studenti —. Le restrizioni anti-Covid hanno fatto spuntare il pollice verde a un gran numero di persone, instillando una nuova consapevolezza in tema di salvaguardia ambientale e di riduzione dei consumi. Così abbiamo pensato di combinare transizione ecologica e innovazione digitale in una formula traversale».

Pietro e Leonardo, subito dopo l’esame di maturità, si iscriveranno alla facoltà di Ingegneria, ma fin da ora sono pronti a mettere alla prova il loro spirito imprenditoriale: «Sogniamo che SnapGarden diventi realtà — dichiarano —. Chi può essere interessato a sostenere la nostra idea? Chiunque creda nella capacità dei giovani e sia disposto a mettere in atto il cambiamento di cui il mondo ha bisogno, partendo dalle piccole cose».

LA PREMIAZIONE


Ieri «Intraprendere» ha vissuto il suo atto conclusivo con la cerimonia di premiazione, ospitata nella sala congressi della Libera Associazione Artigiani. Oltre ai primi tre classificati, sono stati premiati i migliori progetti di ciascuna delle scuole aderenti all’iniziativa; inoltre sono stati consegnati i riconoscimenti ai vincitori dell’edizione 2019-20, a cui la «passerella» era stata negata dall’emergenza pandemica.

L’organizzazione ha voluto premiare anche i referenti degli istituti scolastici, che mantengono vivo il confronto e il dialogo con il sistema imprenditoriale anche attraverso il sostegno a «Intraprendere»: Patrizia Borella per il Galilei (insieme alla dirigente Paola Orini), Daniela Semenzi per il Munari, Silvia De Simone per il Pacioli e Maria Angela Cerri per lo Sraffa.

Non è mancato un momento riservato agli sponsor del concorso, con il ringraziamento a Giorgio Olmo (Associazione Popolare Crema per il Territorio), Francesco Giroletti (Banca Cremasca e Mantovana), Cristina Crotti (Gruppo Enercom), Massimo Tonali (Coim), Claudia Benelli (Ferrarini&Benelli) e Giorgio Merico (Plastifer).

A condurre la cerimonia sono stati il presidente e il direttore della Libera, Marco Bressanelli e Renato Marangoni, la presidente di Assindustria Servizi Elena Prandelli e il coordinatore operativo di «Intraprendere» Andrea Bergami.

Tra gli ospiti in platea il deputato Silvana Comaroli, il consigliere regionale Matteo Piloni, l’assessore comunale e candidato sindaco di Crema Fabio Bergamaschi, il primo cittadino di Offanengo Gianni Rossoni e il segretario di Casartigiani Mauro Sangalli. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400