Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

PRESENTE E FUTURO

OglioPo, diagnostica più avanzata per Medicina ed emergenze

Da Amici dell’Ospedale e Rotary club la generosa donazione di due ecografi di nuova generazione

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

10 Maggio 2022 - 05:15

OglioPo, diagnostica più avanzata per Medicina ed emergenze

Lo staff del reparto di Medicina

CASALMAGGIORE - L’ospedale Oglio Po si arricchisce di due nuovi importanti ecografi grazie ad altrettante donazioni. La presentazione dei dispositivi diagnostici si è svolta ieri mattina in due tappe. La prima si è svolta nell’Unità di cura multispecialistica del reparto di Medicina, al quale è stato destinato un ecografo Esaote dall’Associazione Amici dell’Ospedale Oglio Po, rappresentata dal presidente Claudio Toscani e da Maria Rosa Ghizzardi e da Rotary Club Brescello Tre Ducati, presente con Alberto Zanetti, segretario, e Federica Sarzi, consigliere. Per l’Oglio Po c’erano il direttore sanitario dell’Asst Rosario Canino, i medici Raffaele Ballini, Giorgio Ragni, Simone Bonardi, Antonella Saccani, Laura Pelagatti, Alessio Pedrazzini, Matteo Molfetta, Maria Teresa Acquaroni, la referente Daps Rachele Bini e la caposala Angela Lusetti, oltre ad Angela Bigi della segreteria di direzione.

La direttrice del Pronto soccorso dell’Oglio Po Antonella Grazia Capelli

«Un caloroso ringraziamento agli Amici dell’Ospedale e al Rotary – ha detto Canino —. Il nuovo ecografo servirà come supporto ulteriore rispetto all’utilizzo del fonendoscopio (lo strumento utilizzato per l’auscultazione dei visceri, nda)». Ballini ha spiegato che «l’apparecchio verrà utilizzato per effettuare gli ecocardiogrammi, eco color doppler ed ecografie polmonari semplici». Ragni, direttore di Medicina Interna, ha a sua volta ringraziato: «Di questo ecografo sentivamo molto la necessità e tra l’altro le competenze del dottor Ballini vengono così messe ulteriormente in opera».

L'ecografo donato al reparto di Medicina

La seconda tappa è stata al Pronto soccorso, al quale è stato donato l’ecografo color doppler system mindray TE-7 dagli Amici dell’Oglio Po. Un dispositivo che, come ha spiegato Antonella Grazia Capelli, direttore del Pronto soccorso, «consente un elevato standard di qualità dell’immagine e una grande maneggevolezza di utilizzo, caratteristiche estremamente utili in situazioni di criticità per prendere decisioni veloci e precise. Sempre nell’ambito dell’urgenza, rende possibile l’utilizzo di diverse sonde, permettendo di realizzare rapidamente al letto del paziente uno studio testa-piede».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400