Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Futuro ecosostenibile: torri green nell'ex area Tamoil

Il progetto è stato selezionato per il Festival dell’architettura Superscape 2022. Gli autori sono gli studenti del Politecnico di Milano (distaccamento di Piacenza)

Elisa Calamari

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

05 Maggio 2022 - 16:43

Futuro ecosostenibile: torri green nell'ex area Tamoil

CREMONA -  Il progetto per la realizzazione di Carbon capture towers, ovvero avveniristiche torri green da realizzare nell’ex area Tamoil e in grado di catturare le sostanze inquinanti, è stato selezionato per il Festival dell’architettura Superscape 2022.

PROTAGONISTI GLI STUDENTI DEL POLITECNICO

Gli autori sono gli studenti del Politecnico di Milano (distaccamento di Piacenza) che nell’ambito del laboratorio di Land representation del professor Alessandro Bianchi si sono concentrati sul futuro ecosostenibile di Cremona. In particolare, nei mesi scorsi, hanno ideato e progettato soluzioni per riparare ai danni dell’uomo in termini di inquinamento di suolo, acqua, aria. Ecco allora che l’ex raffineria Tamoil è stata foriera di interessanti spunti e un gruppo di ragazzi l’ha immaginata come una sorta di parco con alberi e fiori, a fare da cornice ad un percorso ciclopedonale interno poi collegato all’area del fiume Po.

I caratteristici serbatoi cilindrici, invece, sono appunto stati trasformati in alte torri cattura smog e allo stesso tempo punti di osservazione privilegiati dai quali ammirare le bellezze della città.

«Attraverso cubi filtranti - si legge sul progetto - viene assorbito particolato, biossido di azoto e ozono a livello del suono. Hanno solo bisogno di elettricità per funzionare. E inoltre, per assorbire anidride carbonica, proponiamo vegetazione che diventi seconda pelle attorno alla torre».

L'OBIETTIVO DI SUPERSCAPE.

Insomma, un’idea che rispecchia perfettamente l’obiettivo del Superscape: «Il premio cerca di incoraggiare concetti architettonici innovativi e visionari, che esplorano nuovi modelli di vita e strategie per abitare un contesto urbano, riflettendo sui processi di cambiamento».

La fase conclusiva della selezione sarà entro fine agosto e prevede la presentazione di un progetto più dettagliato.

I vincitori assoluti scelti fra progettisti di tutto il mondo saranno proclamati in settembre. Il professor Bianchi spiega che il festival, che si terrà a Vienna, coinvolge anche operatori economici concretamente interessati a realizzare i progetti più interessanti in ottica di salvaguardia dell’ambiente. Quindi una bella opportunità, anche per Cremona.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400