Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA GUERRA DI PUTIN

Ucraina, LloydsFarmacia e Croce Rossa Italiana insieme

Raccolta farmaci e parafarmaci essenziali per la popolazione colpita dal conflitto: campagna attiva dal 9 al 24 aprile

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

08 Aprile 2022 - 12:37

Ucraina, LloydsFarmacia e Croce Rossa Italiana insieme

CREMONA - Dal 9 al 24 aprile LloydsFarmacia e Croce Rossa Italiana invitano tutti i cittadini a dare il proprio contributo con una campagna di raccolta di farmaci e parafarmaci destinati alle popolazioni colpite dal conflitto in Ucraina.
Nelle 16 LloydsFarmacia presenti sul territorio della provincia di Cremona – di cui una comunale – si potranno acquistare un farmaco da banco o un parafarmaco, a scelta, tra quelli selezionati dalla Croce Rossa Italiana in collaborazione con Croce Rossa Ucraina, tra i più necessari: circa trenta tipologie di prodotto, con un focus particolare per i bambini, fra i più colpiti dal conflitto. Al link l’elenco completo delle 236 Farmacie Lloyds aderenti all’iniziativa a livello nazionale: CLICCA QUI! 
 
Sono oltre 18 milioni le persone che necessitano di assistenza umanitaria, sei milioni di persone sono state costrette ad abbandonare le proprie case, in cerca di ripari più sicuri, e quasi quattro milioni sono fuggite nei Paesi vicini, soprattutto in Polonia, Moldavia, Romania, Ungheria, Slovacchia e Bielorussia. Un’emergenza umanitaria senza precedenti e che vede impegnati senza sosta i volontari della Croce Rossa, in una situazione definita “disperata”. Mancano acqua, cibo, elettricità ed è sempre più difficoltoso l’accesso ai farmaci essenziali e alle cure mediche.

farmaci


 
Una volta raccolti, farmaci e parafarmaci, grazie alla Croce Rossa Italiana, raggiungeranno in tempi rapidi l’Ucraina e i territori di confine, come già accaduto, nei giorni scorsi, per il carico di farmaci donati da LloydsFarmacia, impegnata anche sul fronte dell’accoglienza profughi in Italia, con, in alcune realtà, tamponi a quanti arrivano nel nostro Paese.

laporta

L'AD di Gruppo Admenta Italia-LloydsFarmacia, Domenico Laporta


 
“Si tratta di un’emergenza umanitaria unica, di fronte alla quale è necessario unire le forze. - sono le parole di Domenico Laporta, Amministratore Delegato Gruppo Admenta Italia-LloydsFarmacia -. Essere nuovamente al fianco della Croce Rossa Italiana ci dà l’opportunità di fare la nostra parte, mentre assistiamo a qualcosa che ritenevamo impensabile. Nel fronteggiarlo, ogni singolo gesto può fare la differenza, nel sostegno alle popolazioni colpite. Il nostro impegno con la Croce Rossa Italiana - che ringraziamo per il lavoro già fatto e che faremo insieme - prosegue, rinnovato e rafforzato. Ringraziamo fin d’ora i nostri farmacisti e i dipendenti tutti che hanno aderito con entusiasmo, nell’organizzare e realizzare la raccolta, e tutti coloro che sceglieranno di partecipare alla campagna donando farmaci e parafarmaci di prima necessità. Ci emoziona particolarmente poter destinare prodotti ai bambini, fra i più colpiti dal conflitto. Insieme a Croce Rossa, possiamo dare il nostro contributo, vicino alle persone colpite dal conflitto”.

valastro

Rosario Valastro, vicepresidente della Croce Rossa Italiana


 
“Sin dall’inizio della grave crisi umanitaria in Ucraina - sottolinea Rosario Valastro, Vicepresidente della Croce Rossa Italiana - abbiamo cercato di dare rapide risposte agli enormi bisogni della popolazione colpita. E ci siamo riusciti, grazie anche all’importante sostegno di partner come LloydsFarmacia e alla generosità degli italiani. Il nostro ponte umanitario, che ormai opera con due convogli a settimana, e l’attività di evacuazione e di accoglienza, non si fermano né si fermeranno qui. Continueremo a fornire l’aiuto necessario alla Croce Rossa ucraina e alla popolazione in fuga. Abbiamo sottolineato sin da subito l'importanza di unire le forze per inviare aiuti ‘ragionati’ e la raccolta che si avvia con LloydsFarmacia è una garanzia in questo senso. I farmaci raccolti, infatti, preventivamente richiesti dai volontari sul campo, siamo certi serviranno ad aiutare e curare migliaia di persone vulnerabili”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400