Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SANITA' DEL TERRITORIO

Allergie: «In Pediatria all'Oglio Po più mezzi per curarle»

Grazie agli Amici dell’Ospedale un medico ha seguito un master specialistico. Il primario: ora è possibile eseguire vaccinazioni di diverso tipo in un ambiente protetto

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

07 Aprile 2022 - 05:25

Allergie: «In Pediatria all'Oglio Po più mezzi per curarle»

Sanitari e rappresentanti dell’associazione Amici dell’ospedale Oglio Po

CASALMAGGIORE - Dopo la riapertura del reparto di degenza, la Pediatria dell’ospedale Oglio Po viene ulteriormente potenziata grazie a servizi più specialistici, legati in particolare al campo della allergologia.

«La nostra dottoressa Elena Carboni, già specializzata in Pediatria – spiega il primario del reparto Claudio Cavalli –, ha ottenuto all’Università di Pavia il master di secondo livello in allergologia pediatrica e questo ci permette ad esempio di effettuare vaccinazioni, sia Covid che non, in ambiente protetto. Ma possiamo anche riattivare i test del cosiddetto ‘scatenamento’ orale per valutare i livelli di allergia al latte e all’uovo dei pazienti e i tipi di rischio ad essi connessi. Abbiamo inoltre riattivato gli esami con la spirometria per valutare la funzionalità respiratoria. Insomma, grazie a questa ulteriore specializzazione, che ha portato a un approfondimento di conoscenze, possiamo andare oltre quanto già facciamo».

La nuova specialità ambulatoriale è stata implementata a favore della pediatria aziendale e del presidio casalasco. «L’obbiettivo – prosegue il dottor Cavalli – è naturalmente quello di migliorare i servizi per i nostri giovanissimi pazienti e cercare di fornire loro le migliori risposte. Il nostro reparto aziendale conta su una équipe di giovani con iperspecializzazioni che ci consentono di dare servizi adeguati alle esigenze che via via si manifestano».


A sostenere economicamente l’iscrizione al master è stata l’associazione degli Amici dell’Ospedale Oglio Po, ieri rappresentata durante la presentazione della novità dal presidente Claudio Toscani e da Luigi Borghesi: «L’azione della nostra associazione – dice Toscani – è sempre mirata a sostenere il nostro ospedale in tutte le forme possibili e ci è sembrata un’azione importante anche questa, mirata alla formazione, tassello fondamentale per ottenere la massima qualità dei servizi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400