Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

I CONTI IN TASCA AI CREMONESI

Ecco la «mappa» del credito: mutui e prestiti sostenibili

In provincia rate mensili da 320 euro pro capite ed esposizione residua media poco oltre i 34 mila euro

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

29 Marzo 2022 - 05:10

Ecco la «mappa» del credito: mutui e prestiti sostenibili

BOLOGNA - La Lombardia è al primo posto per importo delle rate rimborsate dalle famiglie ed esposizione residua nel campo del ricorso al credito bancario per finanziare i propri consumi o l’acquisto della casa. Nel 2021 è cresciuta ulteriormente (+5,4% sul 2020) la platea dei cittadini che risultano avere un mutuo o un prestito in corso, arrivata al 44,5% del totale. Un trend iniziato nel 2016 e consolidatosi negli ultimi due anni di pandemia, caratterizzati da condizioni di accesso al credito particolarmente favorevoli anche per i finanziamenti di modesto importo. Al contempo, però, è migliorata la sostenibilità finanziaria delle famiglie italiane, con il rischio di credito che nel 2021 ha visto il tasso di default registrare una riduzione all’1,2%, il livello più basso degli ultimi anni. A questo risultato hanno contribuito, oltre alle moratorie e agli strumenti di sostegno attivati per contenere gli impatti della pandemia, anche l’atteggiamento responsabile delle famiglie e i tassi di interesse confermati dalla Bce ai minimi storici.

Alla luce di questo, la rata media rimborsata a livello pro-capite ogni mese è scesa ancora fino a 315 euro (-2,8% rispetto al 2020) mentre l’importo residuo che resta da rimborsare per estinguere i finanziamenti in corso si è attestato a 32.191 euro, in lieve flessione rispetto al 2020, malgrado il peso ancora rilevante dei mutui ipotecari che continuano ad avere un’incidenza significativa nel portafoglio delle famiglie italiane. Queste le principali evidenze che emergono dalla Mappa del Credito, lo studio sull’utilizzo del credito da parte degli italiani realizzato da Mister Credit, partendo dall’analisi dei dati disponibili in Eurisc, il sistema di informazioni creditizie. Come detto, dallo studio emerge che in Lombardia la platea di consumatori che ricorrono al credito è cresciuta al 46,8% del totale. Per quanto riguarda la distribuzione delle tipologie di contratti di credito, l’incidenza dei mutui all’interno del portafoglio delle famiglie è significativamente più alta rispetto alla media nazionale (20,8%), con un peso pari al 25,3% sul totale dei finanziamenti attivi, dato che colloca la regione al 4º posto della graduatoria nazionale guidata dal Friuli-Venezia Giulia (28,6%). I prestiti personali, invece, rappresentano il 27,1% del totale dei contratti, non distante dalla media nazionale (28,4%), mentre i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi spiegano il restante 47,6%, un dato che colloca la regione al 15º posto del ranking.


A Cremona i mutui sono il 23,9%, i prestiti personali il 27,5% e prestiti finalizzati al 48,6%. Sempre a livello provinciale, Milano guida la classifica regionale per quanto riguarda i mutui, con una quota del 28,8%, Sondrio vanta il primato relativamente ai prestiti personali, con il 33,9% sul totale dei contratti di credito attivi, mentre Como si distingue per l’incidenza dei prestiti finalizzati, con il 50,9%. Dallo studio emerge che la regione in cui i cittadini nel corso del 2021 hanno sostenuto la rata mensile più elevata è stata il Trentino-Alto Adige con 378 euro. La Lombardia si colloca al 2º posto con una rata mensile pro capite pari a 360 euro (Cremona 320 euro), al di sopra della media nazionale (315 euro). Quanto all’importo residuo da rimborsare per estinguere i contratti in essere, la Lombardia si colloca al primo posto del ranking nazionale, con 40.702 euro pro capite. In provincia di Cremona la cifra è di 34.601 euro.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400