Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Carabinieri, denunciata una ladra e individuata una truffatrice

Una 36enne romena tenta di non pagare la merce all'Esselunga. Identificata la responsabile di una truffa online segnalata a dicembre da un cittadino cremonese

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

26 Marzo 2022 - 11:28

Carabinieri, denunciata una ladra e individuata una truffatrice

CREMONA - I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Cremona hanno denunciato una cittadina rumena di 36 anni, con precedenti di polizia a carico, per un tentato furto aggravato commesso al supermercato Esselunga. La donna è stata individuata e fermata dagli addetti alla vigilanza del centro commerciale dopo avere oltrepassato la barriera delle casse senza pagare numerosi prodotti che aveva nel carrello ma pagandone solo una piccola parte.

I Carabinieri della Radiomobile sono intervenuti intorno alle 10.30 del 24 marzo su richiesta degli addetti alla vigilanza del supermercato, perché la 36enne era stata vista girare per le corsie con un atteggiamento strano. È stata tenuta sotto controllo ed è stata notata mentre si guardava intorno in modo guardingo per capire se fosse seguita e osservata. Ha quindi riempito il carrello di numerosi prodotti alimentari, prodotti di bellezza, vino pregiato e altro, ma una volta giunta alle casse non ha pagato quasi nulla.

I militari intervenuti hanno quindi accertato che la donna aveva girato a lungo tra i banchi vendita e aveva messo nel carrello oltre 200 euro di merce, ma giunta alle casse self service ha pagato dei prodotti per soli 11 euro. Gli addetti alla vigilanza l’hanno fermata e hanno chiesto l’intervento dei Carabinieri. Al termine degli accertamenti la donna è stata denunciata per tentato furto aggravato.

LA TRUFFA ONLINE

I Carabinieri della Stazione di Cremona, al termine di un’attività di indagine, hanno scoperto la responsabile di una truffa online, denunciando una 41enne della provincia di Napoli con precedenti di polizia. A inizio dicembre dello scorso anno si è presentato alla caserma di Cremona un uomo che ha denunciato che il giorno prima aveva ricevuto sul suo telefono cellulare un messaggio che lo informava che sul conto della sua carta erano stati notati movimenti di denaro non chiari, sollecitandolo ad accedere a un link per avere maggiori spiegazioni.

La vittima ha effettuato l’accesso al link fornitogli e ha visualizzato una pagina con interfaccia molto simile a quella del sito di Poste Italiane e che lo ha ingannato, nella quale era richiesto di fornire il numero della carta postepay nonché il suo numero di telefono. Dopo qualche minuto ha ricevuto alcune telefonate durante le quali un presunto operatore di Poste Italiane lo ha consigliato di effettuare il blocco la carta e la vittima ha fornito a questa persona tutti i codici di accesso per procedere in questa operazione. Ma poco dopo ha visto che sull’app di poste italiane installata sul suo telefono effettuato, senza il suo consenso, era stato visualizzato un movimento bancario di quasi 4.000 euro. Risultando un movimento di denaro da lui non eseguito e, capito di essere stato ingannato dal presunto operatore telefonico che si era fatto comunicare i codici di accesso, ha bloccato la sua carta e tramite la lista movimenti ha verificato un accesso al suo conto e l’operazione illecita con il suo denaro. Ha quindi presentato la querela e hanno avuto inizio le verifiche del caso. Tramite i numeri di telefono da cui era stato contattato e attraverso i numeri di conto su cui era stato effettuato il versamento è stato possibile risalire all’autrice del raggiro e denunciarla all’Autorità Giudiziaria competente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mino.capelli

    27 Marzo 2022 - 03:31

    Nell'articolo non e' specificato come, una volta presentatasi alla cassa, sia stato possibile per la donna pagare solo una parte dei prodotti contenuti nel carrello. Perche' la cassiera ha accettato il pagamento parziale dei prodotti acquistati?

    Report

    Rispondi