Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL LUTTO

Daniele si è arreso a 6 anni dall’incidente

Il 28enne di Castelverde ha lottato fino all’ultimo contro le ferite riportate nel fuori strada

Serena Ferpozzi

Email:

redazione@laprovinciacr.it

22 Marzo 2022 - 20:57

Daniele si è arreso a 6 anni dall’incidente

CASTELVERDE - Addio a Daniele Rocchi, scomparso a 28 anni. A sei anni dal terribile incidente, avvenuto nella notte tra il 9 e il 10 maggio 2016, il suo cuore ha smesso si battere e di lottare. Da qualche tempo era ricoverato all’Opera Pia Santissimo Redentore di Castelverde, mentre le famiglia è residente a Crotta d’Adda. «Un giovane amato e molto conosciuto, un gran trascinatore, un ragazzo speciale, amante della compagnia, che ha lasciato un segno indelebile in tutti gli amici. Non lo dimenticheremo mai» racconta la mamma Michela. La notizia della scomparsa si è diffusa rapidamente e ha creato un profondo cordoglio. In tanti si sono stretti al dolore della madre e del fratello Federico. Daniele era rimasto coinvolto in un incidente in territorio di Grumello Cremonese attorno alle 2 del mattino.

L'INCIDENTE


Il giovane era a bordo di una Citroen con altri due amici: stavano tornando a casa, quando improvvisamente in via Cavour, all’altezza dell’incrocio con via dei Canniti, era avvenuto lo schianto. Dopo una curva, secondo quanto era emerso all’epoca, sembra che la macchina fosse finita con le ruote fuori dalla carreggiata e pare che il conducente avesse reagito d’istinto sterzando, ma perdendo il controllo dell’auto che era andato a schiantarsi con il muretto di recinzione di una villetta. Sul posto erano arrivati i vigili del fuoco di Cremona che avevano estratto i feriti, rimasti incastrati tra le lamiere. Un lavoro difficile, soprattutto per liberare Daniele, seduto sui sedili posteriori della macchina.


Dopo essere stato ricoverato in Terapia intensiva, la speranza che Daniele si potesse riprendere non è mai stata abbandonata, tra percorsi di degenza e di riabilitazione. E da qualche tempo — come detto — si trovava ricoverato nella struttura di Castelverde. Con la sua morte se ne va un ragazzo dal cuore d’oro, che in molti ricordano per la grande simpatia e voglia di vivere. Il feretro raggiungerà la chiesa parrocchiale di Maccastorna nella tarda mattinata di oggi, poi alle 15 verranno celebrate le esequie. L’ultimo saluto al figlio, al fratello e amico di sempre, con il quale era facile trovare un’intesa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400