Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA GUERRA DI PUTIN

Ucraina, il sindaco Bonaldi: Crema mobilitata per l'accoglienza dei profughi

La società Ac Crema promuove la raccolta di prodotti alimentari, vestiti, articoli sanitari e per l’infanzia che saranno consegnati alla popolazione ucraina

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

02 Marzo 2022 - 10:54

Ucraina, il sindaco Bonaldi: Crema mobilitata per l'accoglienza dei profughi

CREMA - In un post pubblicato sul suo profilo Facebook, il sindaco Stefania Bonaldi spiega quanto la città di Crema e l'amministrazione comunale siano attivi per dare sostegno ai profughi ucraini che sono arrivati o arriveranno in città. "Il nostro Comune - scrive Bonaldi - è impegnato in queste ore a organizzare le risposte più adeguate per fronteggiare l’emergenza umanitaria per la guerra in Ucraina. Solo a Crema la nostra Anagrafe censisce circa 350 cittadini ucraini, cui si aggiungono i bambini e ragazzi nati in Italia che hanno acquistato la cittadinanza italiana per derivazione dai genitori. Ma è evidente che in queste ore si moltiplicano le segnalazioni di arrivi e anche alcune disponibilità di privati alla accoglienza per le quali daremo prestissimo indicazioni appropriate. Intanto va precisato che il Consolato ucraino a Milano ha attivato un ufficio per raccogliere le segnalazioni di tutte le persone provenienti dall'Ucraina arrivate sul territorio, in modo anche da raccordare i servizi di accoglienza con Prefetture ed Enti Locali, e la segnalazione alle autorità competenti. Se si è conoscenza di persone in arrivo o arrivate dall’Ucraina è importante aiutarle e segnalare la loro presenza sul territorio italiano, utilizzando l’indirizzo mail milanoconsolato1@gmail.com La comunicazione deve essere corredata dai dati essenziali (nome, cognome, data di nascita, contatti mail e telefonici, richieste di eventuale soluzione alloggiativa o comunicazione di ospitalità presso strutture, associazioni o familiari). Circa la regolarizzazione dei cittadini ucraini arrivati sul territorio (permesso di soggiorno), siamo in attesa che il Ministero dell'interno indichi i percorsi amministrativi più appropriati, che sono allo studio, come anticipato ieri dal Presidente del Consiglio, per evitare il permesso breve dei 90 giorni e l'iter complesso del riconoscimento d'asilo. Seguiranno a breve tutte le informazioni circa le azioni e iniziative che il Comune insieme ai partners della Coprogettazione e del Terzo settore sta mettendo a punto".

AC CREMA 1908 SOSTIENE I PROFUGHI UCRAINI

L’AC Crema 1908 sostiene il popolo ucraino inviando cibo e beni di prima necessità ai profughi in fuga dalla guerra. Oggi e domani, dalle 16 alle 20, presso la sede di via Bottesini si raccoglieranno prodotti alimentari, vestiti, articoli sanitari e per l’infanzia che saranno consegnati alla popolazione ucraina. I furgoni partiranno nella mattinata di venerdì.

Abbiamo stilato un elenco con alcune priorità - dichiara il presidente della società nerobianca Enrico Zucchi - sulla base delle informazioni giunte da Prezemysl, la città sul confine polacco-ucraino dove stanno confluendo i profughi. Una situazione drammatica che riguarda anziani, bambini, giovani, adulti e intere famiglie. Siamo in campo per fornire un contributo concreto nella consapevolezza che bisogna fare presto e che occorre un intervento urgente. Questo è il momento in cui bisogna immedesimarsi e dare un aiuto, fosse anche minimo, perché ci sono persone che stanno vivendo istanti di terrore e totale privazione. Bisogna agire”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400