Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

"Così sono tornato alla vita, grazie al Centro psico sociale"

L'esperienza di Sergio che è ospite da quattro anni al Cps in via Medaglie D'Oro: "Lì mi sento a casa"

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

25 Febbraio 2022 - 05:10

"Così sono tornato alla vita, grazie al Centro psico sociale"

CREMA - Sergio è tornato a vivere grazie al Centro psico sociale, di cui è ospite ormai da quattro anni. All’interno della struttura di via Medaglie d’Oro ha ritrovato un perduto benessere, un nuovo equilibrio, la forza e gli stimoli per non lasciarsi andare, per imboccare una nuova strada. Al suo fianco c’è spesso Valentina, terapista della riabilitazione, una nuova figura professionale, altamente specializzata nel seguire pazienti psichiatrici. Dietro le mascherine d’ordinanza, i due si cercano con gli occhi. Quelli di Sergio sono intensi, vogliosi di esprimere sentimenti e emozioni. Quelli di Valentina sono attenti, delicati, comprensivi, capaci di cogliere al volo ogni sfumatura. In via Medaglie d’Oro lui si sente a casa.

Il Cps in via Medaglie D'Oro


Descrive la sua quotidianità con grande serenità, racconta il lavoro degli specialisti, interagisce con loro quasi come se fosse un collega. Non c’è segreto della struttura che Sergio non conosca. «Ormai sei pronto per fare il nostro addetto alle pubbliche relazioni» gli dice scherzando il primario Secondo Cogrossi. Per Sergio la rinascita passa anche dalla possibilità di non restare con le mani in mano. Lo ripete più volte, convinto che sia una terapia molto efficace per tutti i pazienti del Cps. «Passare le giornate in una stanza senza fare nulla non serve, non aiuta a stare meglio – spiega Sergio -: io sono cremasco e tra un mese sarà il mio quarto anno qui. Nella vita ho fatto diversi lavori, ed ho imparato a sporcarmi le mani. Per questo motivo per me uscire, potermi impegnare in attività, diventa fondamentale».

La sua giornata lo porta a seguire l’orto sociale a Ombriano, dietro la palestra di via Pandino, ma anche l’appezzamento di Moscazzano, dove operano altri pazienti del Centro. «Non mi occupo solo di quello – prosegue -: ho sempre avuto una passione per la meccanica, che metto a frutto dando una mano all’Ergoterapeutica cremasca. Nell’officina ripariamo biciclette». La sede di via Silvio Pellico è da anni un punto di riferimento per dare lavoro a persone in difficoltà, seguite da operatori e educatori. Le bici vengono donate dai cremaschi, rimesse in sesto e poi rivendute per raccogliere fondi a favore delle attività della onlus. Sergio si è specializzato anche nella riparazione di aspirapolveri. Il suo desiderio di aiutare gli altri non finisce qui. C’è anche l’impegno agli Stalloni, al fianco dei volontari e dei terapisti del Centro di riabilitazione equestre, che seguono i ragazzi con disabilità nell’ippoterapia. «Lavorare e dare una mano, ti fa stare bene». Grazie ai terapisti e ai medici del Cps e grazie alla sua forza interiore, Sergio oggi si sente utile, vivo e soddisfatto della sua vita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400