Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

UNIONE PROVINCE LOMBARDE

UPL, rinnovo ai vertici: Signoroni eletto vice presidente

Il nuovo presidente è Luca Santambrogio che prende il posto di Vittorio Poma: "Le Province devono tornare ad essere punto di riferimento per i territori e i comuni"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

21 Gennaio 2022 - 19:18

UPL, rinnovo ai vertici: Signoroni eletto vice presidente

Paolo Mirko Signoroni

MILANO - “Grazie a Vittorio Poma e benvenuto al nuovo presidente Luca Santambrogio al quale auguro di poter svolgere un lavoro importante e che durante il suo mandato si verifichi quanto auspicato, cioè che le Province possano riacquistare quel ruolo fondamentale che hanno sempre avuto nella storia del nostro Paese. Mi auguro dunque che la nuova riforma nazionale annunciata possa consentire alle Province di tornare ad essere punto di riferimento per i territori e i comuni, svolgendo quell’attività amministrativa che la Regione non deve svolgere. La Regione ha funzioni legislative e di organizzazione ma non deve entrare nel merito delle attività amministrative che devono essere delegate agli enti territoriali” ha annunciato il presidente Attilio Fontana intervenuto con l'assessore Massimo Sertori per Regione Lombardia, oltre alla Vice Sindaca metropolitana Michela Palestra, al Consiglio Direttivo dell'Unione Province Lombarde (UPL).

Il Direttivo si è riunito quest’oggi per eleggere il nuovo presidente Luca Santambrogio (Monza e della Brianza) e i nuovi Vice Pasquale Gandolfi di Bergamo (vicario) e Paolo Mirko Signoroni di Cremona, succedendo così a Vittorio Poma (presidente uscente della Provincia di Pavia) che, aprendo l'incontro, ha esordito sottolineando che il tutto si è svolto “all’insegna del distanziamento sociale, ma soprattutto della stretta vicinanza istituzionale, al di là delle appartenenze politiche”.

"EREDITA' ISTITUZIONALE E MORALE".

Santambrogio ha ringraziato Poma per l’eredità istituzionale e morale, ricordando come il suo operato sia stato lungimirante, prezioso e fondamentale sia a livello nazionale che regionale per la coesione del sistema delle Province e, più in generale, del sistema degli enti locali della Lombardia e ribadendo che la “battaglia delle Province per dare risposte ai territori sarà sempre più determinata nello strutturare l’identità dell'ente come autentica Casa dei Comuni”.

Il neo presidente ha poi indicato i prossimi obiettivi dell’UPL: “Occorre richiamare il Governo e il Parlamento all’impegno, già preso, di mettere mano alla riforma della legge Delrio, superando le incongruenze relative alla durata del mandati, agli organi e allo status degli amministratori, valorizzandone nel contempo gli aspetti positivi, a partire proprio dall’assemblea dei Sindaci e da quel ruolo a supporto dei comuni, già previsto nelle legislazioni previgenti e che negli ultimi anni è stato giustamente sostenuto e implementato”.

A questo proposito sempre maggior attenzione viene data al PNRR, non solo nella fase di attuazione dei tanti progetti in materia di edilizia scolastica, di adeguamento delle strutture e realizzazione di nuove scuole, ma anche di assistenza tecnica ai comuni, come dimostra per esempio il progetto avviato dalla Provincia di Monza e della Brianza. L’Assemblea delle Province, infine, ha confermato direttore dell’UPL Dario Rigamonti, dirigente della Città Metropolitana di Milano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400