Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASTELVERDE

La ditta chiude e minaccia il responsabile, indagato per tentata rapina e lesioni personali

Il 50enne pretendeva circa 15 mila euro di trattamento fine rapporto. Prima le minacce al telefono, successivamente l'aggressione

Francesca Morandi

Email:

fmorandi@laprovinciacr.it

20 Gennaio 2022 - 11:44

La ditta chiude e minaccia il responsabile, indagato per tentata rapina e lesioni personali

CASTELVERDE - Albanese, 50 anni, incensurato, lavorava in una cooperativa di intermediazione del lavoro, a Castelverde. Poi la cooperativa si è sciolta. E lui ha preteso dal responsabile circa 15 mila euro, il trattamento di fine rapporto. Ha insistito. Prima lo ha minacciato al telefono, successivamente lo ha aggredito, cercando di portargli via le chiavi della macchina quale giusto compenso per il mancato pagamento. Tentata rapina e lesioni personali sono le ipotesi di accusa ora contestate all’albanese indagato dalla Squadra Mobile al termine dell’inchiesta nata dalla denuncia della vittima in seguito all’aggressione subita nel novembre scorso.

Dopo le minacce telefoniche, il responsabile della cooperativa non ha presentato subito la denuncia. Poi, però, la storia ha preso una piega diversa. Una mattina di novembre, i due si sono incrociati. L’albanese pretendeva di avere le chiavi dell’auto, ma davanti alle rimostranze dell’uomo, ha reagito in maniera estremamente violenta. Gli ha messo le mani addosso, ha cercato di prendergli le chiavi e lo ha ferito: prognosi di cinque giorni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400