Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA PROVOCAZIONE

"Covid, in Terapia intensiva priorità ai pazienti vaccinati"

Lo ha dichiarato Mario Riccio, primario di Anestesia e Rianimazione all'Oglio Po di Casalmaggiore

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

11 Gennaio 2022 - 19:34

"Covid, in Terapia intensiva priorità ai pazienti vaccinati"

Il medico cremonese Mario Riccio

CASALMAGGIORE - "Non siamo nella crisi nera del 2020. Ma alcuni ospedali iniziano a scricchiolare. Per decidere a chi assegnare un posto in Rianimazione sarebbe giusto tenere conto anche della vaccinazione": lo ha dichiarato al quotidiano La Repubblica il medico cremonese Mario Riccio, direttore del reparto di Anestesia e Rianimazione all'ospedale Oglio Po di Casalmaggiore. Riccio, in buona sostanza, suggerisce di dare la priorità nelle Terapie intensive ai pazienti Covid vaccinati. Riccio è noto a livello nazionale anche per essere stato l’anestesista di Piergiorgio Welby, morto nel 2006 quando, gravemente ammalato, nei suoi scritti chiese ripetutamente che venissero interrotte le cure che lo tenevano in vita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stradivari

    12 Gennaio 2022 - 11:10

    É quello che pens la stragrande maggioranza dei vaccinati.

    Report

    Rispondi

  • stradivari

    12 Gennaio 2022 - 11:10

    É quello che pensa la stragrande maggioranza dei vaccinati.

    Report

    Rispondi

  • gbm

    11 Gennaio 2022 - 23:38

    Ma allora non è vero che i vaccinati non vanno in terapia intensiva…..non era:” se sei vaccinato e prendi il covid, tranquillo che non finirai in terapia intensiva…” ma andate ….

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti