Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SUL WEB

Minacce No Vax, Cremona diventa un caso nazionale

Il brindisi del malaugurio rilanciato da Enrico Mentana e commentato duramente da Andrea Scanzi

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

03 Gennaio 2022 - 05:10

Minacce No Vax, Cremona diventa un caso nazionale

Ha fatto il giro d’Italia in poche ore il video del malaugurio No Vax postato sulla pagina Facebook del Comitato Fortitudo Cremona: quella voce fuori campo che bercia «A morte chi ha il vaccino» ha indignato tutto il Paese, ha scatenato una tempesta di reazioni sui social network e si è «conquistata» le attenzioni di alcune tra le principali testate giornalistiche nazionali. Dopo il tweet di Myrta Merlino, popolare conduttrice di La7, anche Enrico Mentana ha dato risalto all’episodio condividendo sui propri canali la notizia rilanciata da Open, il sito da lui stesso fondato. La riflessione più caustica, però, è stata quella di Andrea Scanzi: il noto opinionista e firma de Il Fatto Quotidiano ha detto la sua sui social — dove conta oltre 2 milioni di fan — senza risparmiarsi parole sferzanti.

«UN CRIMINALE»

«Si sente (ma purtroppo non si vede) un criminale fuori inquadratura — scrive Scanzi in un post —. Il Comitato Fortitudo ha rimosso il video e chiesto scusa, sostenendo che il criminale abietto non appartiene al Comitato Fortitudo. Poi: “È già stato allontanato e non parteciperà mai alle nostre attività a nessun titolo” (se non faceva parte del Comitato come hanno fatto ad allontanarlo?)». Scanzi, quindi prosegue: «Sia come sia, ci sono due ipotesi: o il criminale è un deficiente che non regge l’alcol e delira, dicendo cose che non pensa (?). E allora pazienza: è un co****ne e finisce lì. Ma se (come temo) quel soggetto ha detto cose che pensa e spera, be’ a quel punto auspico che qualcuno ne faccia il nome. Sarebbe bello (?) conoscerne identità e fattezze, anche solo per capire che faccia ha uno che spera simili abomini. Che gente schifosa che esiste al mondo».


LA DIFESA

Il Comitato Fortitudo Cremona — che sabato era riunito in piazza Lodi per l’ennesima iniziativa di protesta proprio mentre il filmato si stava propagando in Rete — non ha rinunciato a difendersi. E sulla propria pagina Facebook ha postato un video che raccoglie le critiche più dure rivolte al mondo No vax sia dalla stampa che da privati cittadini. Con una didascalia eloquente: «Per una frase detta a sproposito da una persona che non appartiene al Comitato e dalla quale ci dissociamo abbiamo chiesto scusa. Pubblicamente. Attendiamo parimenti le scuse pubbliche dei signori che le hanno pronunciate in questo video».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400