Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA: IL MAXI CONTENZIOSO

E' pace tra Sported Maris e Comune dopo anni di scintille

La società sportiva salderà 51 mila euro di canoni arretrati e il Municipio verserà 96 mila euro in due anni

Massimo Schettino

Email:

mschettino@laprovinciacr.it

28 Dicembre 2021 - 09:26

E' pace tra Sported  Maris e  Comune dopo anni di scintille

L'assessore allo Sport Luca Zanacchi e il campo di calcio sintetico del Maristella

CREMONA - Da una parte la società Polisportiva Sported Maris Asd, che pagherà entro venerdì 51 mila euro al Comune come saldo di affitto e bollette pregressi. Dall’altra il Municipio, che verserà all’Associazione sportiva dilettantistica presieduta da Diego Frosi 96 mila euro in due anni — di cui 74 mila entro venerdì — come contributo per le spese sostenute per la riqualificazione del Centro Sportivo Maristella di Cremona. È questo il succo della transazione fra Comune e Sported approvata dalla Giunta e che sarà firmata dalle parti a breve e in cui le parti cancellano in questo modo «tutti i reciproci diritti e pretese». Inoltre, dal 2021 e fino al termine della convenzione, previsto per il a 31 luglio 2028, «la concessione si trasforma in comodato, a canone zero, come previsto dal regolamento per l’utilizzo dei beni immobili comunali».

CONTROVERSIA NATA NEL 2018

Si chiude in questo modo una controversia che si trascinava dal 2018. Tre anni prima, infatti, la società, che si occupa di calcio giovanile e che conta circa 450 tesserati, aveva stipulato due mutui con l’Istituto del Credito Sportivo per un importo totale di 170 mila euro per interventi di riqualificazione energetica, adeguamento funzionale e riconversione degli impianti del Centro Sportivo Maristella. Nel 2016 il Comune aveva concesso una fidejussione. La controversia è sorta nel 2018, quando la Sported ha chiesto al Comune il riconoscimento delle spese sostenute per i lavori, per un importo complessivo di 267.889,70 euro. Ma gli uffici hanno opposto un diniego iniziale per incompletezza della documentazione e dell’iter procedurale. Di fronte al no degli uffici, la società ha quindi smesso di versare canoni e consumi stabiliti dalla convenzione per un importo complessivo di 51.317,41 euro, dal 2017 al 2020. Nel 2019 gli uffici, «rivalutata la documentazione presentata», hanno riconosciuto una spesa complessiva di 55.217,04 euro, si legge nell’atto transattivo.

Uno degli edifici del centro sportivo oggetto della rimozione dell’amianto

LA MEDIAZIONE DI ZANACCHI

«Purtroppo — spiega l’assessore allo Sport, Luca Zanacchi — da un lato la società faceva i lavori sulla base di accordi orali, di telefonate senza alcuna autorizzazione formale. E dall’altra se gli uffici preposti avessero eseguito controlli più stringenti, forse non si sarebbero verificati problemi. Fatto sta che quando sono diventato assessore ho scoperto questa situazione, con un livello di frustrazione altissimo della società. Ho lavorato per chiudere la vicenda con una serie infinita di incontri, considerato l’impatto sportivo della Sported. Ora siamo arrivati ad un accordo e ci sono le risorse disponibili. Finalmente potremo quindi proiettarci sul futuro del Centro, con l’efficientamento energetico e i lavori di bonifica dell’amianto dagli spogliatoi del centro sportivo, per cui il Comune ha ottenuto i fondi regionali con l’apposito bando e che partiranno nel 2022. Insieme a questa abbiamo chiuso anche la controversia relativa al Bocciodromo e ora possiamo guardare al futuro su due vicende importanti».

FROSI: LAVORO RICONOSCIUTO SOLO IN PARTE

«Il nostro stato d’animo — spiega dal canto suo Frosi — è di chi ha fatto molto e si vede riconosciuta solo una parte e non tutto. Ora guardiamo avanti, con un occhio agli interventi di efficientamento energetico. Inoltre è necessario sostituire il manto sintetico del campo da calcetto e trovare su questo un’intesa con il Comune». «Su questo aspetto — spiega Zanacchi — abbiamo già fissato un incontro per l’11 gennaio». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400