Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

"Inclusione e solidarietà per ripartire": messaggio sul balcone del Palazzo del Governo

Iniziativa augurale della Provincia di Cremona con la Cooperativa sociale Agropolis

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

22 Dicembre 2021 - 15:57

"Inclusione e solidarietà per ripartire": messaggio sul balcone del Palazzo del Governo

CREMONA - “Inclusione e solidarietà per ripartire - Auguri”: questo il messaggio augurale che campeggia sullo striscione apposto insieme agli addobbi natalizi sul balcone del Palazzo della Provincia di Cremona e della Prefettura; un’iniziativa voluta dalla Provincia di Cremona in collaborazione con la cooperativa sociale Agropolis.

Presenti il presidente della Provincia, Paolo Mirko Signoroni, il vice prefetto vicario Roberta Verrusio Grippa Scafati, il presidente Lodovico Ghelfi con il vice Alceste Bartoletti, i consiglieri di Agropolis Simona Maffini e Ambrogio Rossetti, gli educatori, Deborah Dazzi e Matteo Pizzi, la volontaria, Cosetta Cerri e gli utenti che hanno di fatto realizzato l’opera anche con il volontario Paolo Volpari con il grafico Walter Ardoli e Umberto Nicolini di Poligrafico.

IL DONO DI AGROPOLIS.

“Il dono di Agropolis con questa installazione reca un messaggio di grande valore, la poesia dell’umanità, la voglia di ripresa per uscire da questo tunnel pandemico che pare non finire. La forza, l’ingegno, la voglia di mettersi in gioco per gli altri lo hanno sempre dimostrato e lo dimostrano anche oggi con questa installazione sul balcone del Palazzo del Governo, sede dell'Amministrazione Provinciale e della Prefettura, Agropolis ed i suoi utenti, infatti, da anni sono una realtà solidale efficiente e d’eccellenza al servizio della nostra comunità, attenta ai bisogni degli ultimi, ai più fragili, sempre pronta a valorizzare le singole persone, ognuna con le sue potenzialità e specificità. A loro un infinito grazie per questo servizio” – ha precisato il presidente Signoroni.

agropolis

Foto di gruppo alla presentazione dello striscione di auguri

PATRIMONIO COLLETTIVO.

“Nel nostro territorio abbiamo una grande fortuna che è un patrimonio collettivo: il volontariato e l’associazionismo in tanti settori e discipline, che rendono, nel silenzio, giorno dopo giorno, un aiuto diretto ed indiretto ai cittadini e per il bene comune” – ha concluso Signoroni.

GLI INTERVENTI.

“Abbiamo da subito accolto l’invito della Provincia perché ci ha permesso di coinvolgere nell’ideazione e poi nella realizzazione materiale del lavoro alcuni dei nostri ragazzi del centro Socio educativo e del Servizio di Formazione all’Autonomia che gestiamo in Cascina Marasco – ha precisato il presidente Lodovico Ghelfi – Inclusione e solidarietà sono due sostantivi che hanno sempre avuto in Agropolis un peso particolare. Nel CSE e nello SFA lavoriamo con l’utenza attraverso la relazione educativa con il singolo ed il gruppo e lo svolgimento di attività, in parte strutturate e in parte libere, sia all’interno che all’esterno del servizio. Partendo da questo la nostra equipe di educatori svolge il complesso lavoro di sintesi tra le risorse individuali, le opportunità e la disponibilità del territorio, gli approfondimenti necessari al mantenimento di un ruolo sociale e la maturazione psicoaffettiva indispensabile alla ridefinizione del proprio sé. Questo per noi significa. Quanto alla solidarietà abbiamo vissuto e stiamo vivendo un’esperienza, la pandemia che, tra i mille risvolti nefasti, ne ha uno positivo: ha fatto meditare le tante persone che si sentivano invincibili che la fragilità umana è anche oggi realtà. Siamo tutti limitati. Siamo insomma tutti creature bisognose di aiuto, di compagnia, di amore e di sostegno. In una parola solidarietà”.

Infine il vice prefetto Vicario Roberta Verrusio ha ringraziato chi ha realizzato ed elaborato questo progetto ed evidenziando come la fragilità richiami al bisogno dell’altro e , unendo le forze, si superino tutte le difficoltà.

L'incontro è stato anche l'occasione per lo scambio di auguri che tradizionalmente si svolge presso la cascina Marasco, sede della Cooperativa Sociale Agropolis, purtroppo annullato quest'anno a causa della peggiorata situazione sanitaria.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400