Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS: LA SCUOLA

Covid, meno positivi fra gli alunni. Più contagiati nel personale

Calo da 132 a 110 con conseguente diminuzione delle quarantene. Maggiori i rischi alle elementari

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

17 Dicembre 2021 - 11:05

Covid, meno positivi fra gli alunni. Più contagiati nel personale

Il controllo del Green pass di una docente all’ingresso di un istituto scolastico: è allerta alle elementari

CREMONA - Ci sono ottime notizie dal fronte provinciale della scuola. Nella seconda settimana del mese, precisamente tra il 6 e il 12, gli alunni positivi al virus sono scesi a 110, rispetto ai 132 registrati nel periodo dal 29 novembre al 5. Lo ha comunicato ieri l’Azienda tutela della salute Val Padana. Una diminuzione del 16% che autorizza ad un cauto ottimismo in vista della pausa natalizia, ormai imminente. Diretta conseguenza, è la diminuzione sensibile di bambini e ragazzi in isolamento e delle rispettive classi. Da 488 per complessive 31 sezioni, si è passati a 301 per 19 gruppi. A fronte di 49.331 iscritti nelle scuole provinciali, dalle materne alle superiori, il tasso di positività dell’ultima settimana è dunque pari allo 0,22%, mentre in quella precedente era dello 0,27%. In crescita, invece, i contagi tra il personale scolastico, 17 i positivi registrati la scorsa settimana, a fronte dei 13 del periodo precedente.

Numeri assoluti che in percentuale rimangono comunque molto contenuti. Dallo 0,21% il tasso di positività è salito allo 0,28%. Tra docenti, amministrativi e personale ausiliario, nelle scuole provinciali lavorano 6.138 persone. Al solito il più alto numero di positivi si registra alle elementari, dove tutti gli alunni non sono ancora vaccinati. A fronte di una popolazione scolastica di 15.397 bambini sono 54 coloro che hanno contratto il virus nell’ultima settimana. Alle superiori, dove invece la percentuale di vaccinati è oltre l’81% (in base al dato di Ats sulle adesioni alla campagna nella fascia 12-19 anni), i casi registrati tra il 6 e il 12 dicembre sono stati solo 22, a fronte di 15.874 studenti iscritti.


Gli operatori del gruppo scuola di Ats, dislocati nelle sedi di Cremona e Mantova e guidati da Laura Rubagotti, effettuano l’attività di sorveglianza sanitaria in ambito scolastico attraverso un confronto continuo con i dirigenti scolastici, i referenti Covid-19 e i medici competenti per ogni plesso. Il tracciamento dei contatti di bambini e ragazzi permette di tenere sotto controllo i contagi. «L’attenzione – spiegano da Ats – è rivolta in particolare alla fascia di età scolare, alle famiglie degli alunni e a tutto il personale scolastico con la finalità di contenere il diffondersi del contagio isolando da subito le classi interessate».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400