Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VESCOVATO

Vendita fasulla di un cane online, denunciata 20enne di Messina

La truffatrice si è fatta accreditare la somma di mille euro, ma l'animale non è mai stato consegnato

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

29 Novembre 2021 - 15:09

Vendita fasulla di un cane online, denunciata 20enne di Messina

VESCOVATO - E' stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa, una 20enne residente in provincia di Messina, con precedenti di polizia anche specifici, che ha truffato un uomo di Vescovato, il quale aveva risposto ad un annuncio presente su un sito di vendite online, dove si proponeva in vendita un cane al prezzo molto conveniente di mille euro. La vittima, dopo aver contattato il numero telefonico fornito nell’annuncio al fine di ottenere maggiori informazioni, effettuava anche una videochiamata con la venditrice che rassicurava l’uomo. Al pagamento della somma tramite bonifico, l'acquirente avrebbe ricevuto il cane entro la data del 29 novembre. La vittima decideva così di acquistare l'animale ed effettuava il bonifico pari alla somma pattuita.

VENDITRICE IRREPERIBILE

Effettuato il pagamento, l’uomo ha chiesto più volte di vedere il cane sempre tramite videochiamata, ma gli veniva negato con diverse scuse. Inoltre, la venditrice non aveva chiarito come avrebbe consegnato il cane entro la data prestabilita. Non vedendolo arrivare e non avendo notizie certe, dopo alcuni giorni la vittima ha cercato su internet i dati della donna che aveva messo in vendita l’animale, scoprendo che su alcuni siti internet era stata segnalata come una truffatrice proprio perché vendeva un cane che in realtà non era mai stato consegnato a nessun acquirente. Dopo aver provato a ricontattare la venditrice per avere indietro il denaro, l'uomo si è arreso di fronte al fatto che la donna si era resa irreperibile e non aveva effettuato la spedizione del cane. Capito quanto accaduto, ha presentato la querela e hanno avuto inizio gli accertamenti. Le conseguenti verifiche che i carabinieri di Vescovato hanno svolto sull’intestatario del conto corrente e del telefono contattato per l’acquisto, hanno permesso di svelare le identità della truffatrice.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400