Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

I volontari in campo per far «conoscere» la nuova Velostazione

Accordo tra Comune e Amici della bicicletta per incrementare l’utilizzo del deposito coperto accanto allo scalo ferroviario

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

27 Novembre 2021 - 05:20

I volontari in campo per far «conoscere» la nuova Velostazione

CREMA - «Cari cremaschi usate la Velostazione, garantisce una sistemazione sicura, videosorvegliata e al coperto alle vostre biciclette e ha un costo molto relativo...». Da mercoledì a fare da promoter per l’utilizzo del deposito di piazza Martidi delle Libertà saranno i volontari della Federazione ambiente e bicicletta, la cui sede si trova proprio nell’ex scalo merci della stazione ferroviaria. «Dalle 17 alle 19, una volta la settimana, distribuiremo ai pendolari di treni e bus materiale informativo per spiegare loro come possono sfruttare la Velostazione — spiega Davide Severgnini, referente del gruppo guidato dal presidente Piercarlo Bertolotti —: il nostro obiettivo è aumentare il numero di persone che lascino a casa l’auto e vengono a prendere il treno in bici. Il deposito, così com’è concepito, è senz’altro il luogo ideale per lasciare la bici. Si evitano così brutte sorprese, dovute a furti e vandalismi».

DEPOSITO ULTRAMODERNO

La struttura può ospitare sino a 200 bici. Attualmente ne vengono lasciate costantemente una decina, o poco più, al giorno. Evidente come sia poco sfruttata. Non per nulla a fine estate, per rilanciare l’utilizzo del deposito ultramoderno in legno e acciaio, Comune e Autoguidovie, insieme al gestore, la Ecospazio, controllata della Logiss di Rovereto, hanno attivato una promozione: parcheggio a costo zero per abbonati Autoguidovie annuali, semestrali e trimestrali e per chi abbia sottoscritto tessere «Io viaggio ovunque in Lombardia» (che danno diritto a salire su tutti i mezzi pubblici regionali) della medesima durata. Alla prova dei fatti, uno degli ostacoli che portano i cremaschi a lasciare ancora le biciclette nelle rastrelliere vicine ai binari, o dove capita lungo le cancellate dello scalo ferroviario, sembra essere il costo degli abbonamenti per l’uso del deposito: 14 euro per il mensile, 52 euro per l’annuale. La card per entrare gratis nel deposito viene distribuita da Autoguidovie e il ritiro va effettuato fisicamente in stazione, rivolgendosi all’Infopoint della società.

PROMOZIONE DELLA MOBILITA' SOSTENIBILE

Nel frattempo Fiab e Comune hanno stipulato una convenzione annuale per la promozione della mobilità sostenibile e per la tutela ambientale. L’associazione, che conta circa un centinaio di soci, mette a disposizioni le mappe dei propri itinerari nel territorio e organizza iniziative in proposito, oltre a raccoglie le istanze di ciclisti e pedoni e a istituire una rete di osservazione che metta a fuoco i problemi esistenti. Il Comune garantisce alla Fiab l’uso in comodato gratuito della sede nell’ex scalo merci, dove i soci potranno anche organizzare il servizio di noleggio e manutenzione delle biciclette. Per il ruolo di Fiab nella promozione della mobilità sostenibile e della salvaguardia ambientale, l’amministrazione riconosce anche un contributo annuale di duemila euro. Insieme, associazione e ente di piazza Duomo si impegnano a: «avviare campagne di comunicazione sui temi della mobilità sostenibile e del trasporto sicuro in bici, sulla sicurezza stradale e a incentivare l’uso delle due ruote come via per la riduzione del traffico auto e, di conseguenza, dell’inquinamento ambientale».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400