Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Anziani a lezione di anti-truffa: «L’arma è la prevenzione»

Il vicequestore Pagani nel quartiere San Carlo nell’ambito dell’iniziativa «Sicurezza per ogni età»

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

19 Novembre 2021 - 05:05

Anziani a lezione di anti-truffa: «L’arma è la prevenzione»

Il vicequestore Bruno Pagani

CREMA - Anziani a lezione anti-truffa: nell’ambito dell’iniziativa «Sicurezza per ogni età», si è tenuto ieri un incontro informativo presso l’oratorio di San Carlo, presieduto dal vicequestore della Polizia di Stato di Crema, Bruno Pagani, pronto a mettere in guardia i partecipanti sui pericoli cui possono andare incontro: «Non bisogna farsi ingannare dagli stereotipi sui delinquenti - ha spiegato Pagani - ma stare in guardia rispetto a persone che possono presentarsi ben vestite, magari con tenute da lavoro o abiti eleganti. Cercano di conquistare la massima fiducia della vittima per poi approfittarsene».

Ai presenti (erano una sessantina) è stata fornita una brochure che mostra le casistiche più comuni di truffa ai danni di questa fascia d’età, e suggerisce comportamenti da mettere in atto per tutelarsi, facendo distinzione tra i tre ambienti principali dove tutto questo può accadere: in posta o banca, in casa e per strada.

LE TRUFFE PIU' COMUNI. Tra le truffe più comuni si riscontrano quella del finto avvocato che chiede soldi per pagare la cauzione di un parente e quella della fuga di gas, dove due malviventi si fingono tecnici per sottrarre oggetti preziosi ai malcapitati.

Non mancano poi casi più classici di furto che possono avvenire allo sportello del bancomat, in posta e in luoghi affollati, come il mercato o i mezzi pubblici, dove permane il rischio di incorrere in scippi e borseggi. «Purtroppo, quando la vittima si insospettisce, ormai, è troppo tardi. Proprio per questo è raro individuare i responsabili a posteriori. L’arma vincente sta nella prevenzione, attraverso l’informazione delle potenziali vittime sulle modalità dei malfattori».  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400