Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Natale nel segno di Mina: in centro le luminarie cantano le sue canzoni

L'iniziativa vede insieme Confcommercio, Botteghe del Centro, SGP Grandi Eventi, Comune di Cremona, Pro Cremona e Seven Ars e le Luminarie d’autore parlanti, oltre che la onlus Occhi azzurri

Nicola Arrigoni

Email:

narrigoni@laprovinciacr.it

21 Ottobre 2021 - 16:45

Mina

Corso Campi illuminato in una foto d'archivio

CREMONA - Sarà Mina a illuminare il Natale cremonese e lo farà con un allungo fino al 25 marzo, data di compleanno della Tigre di Cremona.

«Amor mio, non è solo una canzone. Grazie Mina» è il titolo dell’iniziativa che vede insieme Confcommercio, Botteghe del Centro, SGP Grandi Eventi, Comune di Cremona, Pro Cremona e Seven Ars e le Luminarie d’autore parlanti, oltre che la onlus Occhi azzurri.

comune

Con l’avvio della «Festa del Torrone» il 13 novembre prossimo, il Natale s’illuminerà con le parole delle canzoni di Mina, «Amor mio» e «Vorrei che fosse amore» lungo le vie Solferino e Mercatello.

«Abbiamo accolto con grande piacere il suggerimento di Stefano Pelliciardi — ha detto Eugenio Marchesi, presidente delle Botteghe del centro —. Via Solferino e via Mercatello saranno illuminate dai versi delle due canzoni di Mina, le luminarie tradizionali interesseranno le altre parti del centro. Sarà un modo per rendere unico il nostro Natale e farlo nel segno di Mina».

E Andrea Badioni, presidente di Confcommercio ha legato l’iniziativa alla cremonesità: «Piace l’idea che le luci di Mina si accendano per la Festa del Torrone e poi illuminino l’intero periodo natalizio all’insegna della cremonesità — ha detto —. Valorizzare i nostri prodotti, valorizzare il nostro centro cittadino, grazie a una testimonal importante e unica come Mina, è un modo per ripartire con fiducia e guardare al futuro».

mina

Stefano Pelliciardi ha spiegato che «le luminarie parlanti hanno avuto un loro successo in Emilia, a Bologna i versi delle canzoni di Lucio Dalla prima e poi Cesare Cremonini hanno attirato non solo i bolognesi ma anche tanti turisti. Ho pensato che l’idea di Tiziano Corbelli di Seven Ars e le Luminarie d’Autore potesse essere esportata e rappresentare un’occasione per rendere omaggio alla grande Mina all’interno della Festa del Torrone che partirà proprio nel giorno del patrono cremonese. Per la durata della festa nelle vie verranno trasmesse le canzoni di Mina, poi le luminarie resteranno ben oltre la festa, un modo per accedere la città con le parole di due successi della Tigre di Cremona».

Natale, musica e solidarietà: dopo il 25 marzo le luminarie verranno messe all'asta e il ricavato sarà devoluto all'associazione Occhi azzurri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400