Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS: LE VACCINAZIONI

Covid, terza dose agli over 80. Il Cremasco dà l’esempio

Slot quasi sempre esauriti mentre a Cremona e a Casalmaggiore le prenotazioni vanno a rilento

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

14 Ottobre 2021 - 09:18

Covid, terza dose agli over 80. Il Cremasco dà l’esempio

CREMA - Vaccinazioni degli over 80enni in controtendenza nel distretto sanitario cremasco, rispetto a quello cremonese e

Su 200 posti per il secondo richiamo si sono presentati in 175, ovvero quasi il 90%. Ieri erano 90 gli over 80enni prenotati, oggi sono 60 e domani l’hub cremasco ne ospiterà 240

casalasco. Dall’inizio del mese, i numeri dei super anziani che si prenotano per la terza dose faticano a decollare tra i residenti dell’area provinciale che fa riferimento ai centri massivi Sapiens di Castelverde e di Casalmaggiore, di competenza dell’Asst di Cremona. Non così avviene nella restante parte del territorio. Dall’ex tribunale di Crema, da sette mesi punto di riferimento per la campagna di protezione dal Covid 19 della popolazione, segnalano un soddisfacente numero di presenze. I dati diffusi ieri dall’Azienda socio sanitaria territoriale di largo Ugo Dossena testimoniano come il numero di over 80enni che si presentano per la terza dose sia piuttosto elevato. «Gli slot che abbiamo a disposizione per questa fascia d’età vengono quasi sempre esauriti o comunque quelli che restano vuoti sono una parte esigua». Martedì, ad esempio, su 200 posti per il secondo richiamo si sono presentati in 175, ovvero quasi il 90%. Ieri erano 90 gli over 80enni prenotati, oggi sono 60 e domani l’hub cremasco ne ospiterà 240. Il confronto con Castelverde: in base ai dati forniti da Asst Cremona, e aggiornati a martedì, al Sapiens ieri i prenotati erano cinque su 50 posti, oggi 22 su 58 slot. Per domani il rischio è che non ci sia alcuna soministrazione di terze dosi. Va un po’ meglio a Casalmaggiore. Nelle stesse date, a fronte di 54 posti per ogni giorno, c’erano 45 prenotazioni per ieri, 19 per oggi e due per domani. Si tratta di numeri in continua evoluzione, dunque è possibile che degli over 80enni si aggiungano di giorno in giorno, ma la sostanza non cambia. La risposta dei super anziani del distretto cremasco sembra più interessata ad avere una ulteriore protezione dal rischio di contrarre il virus e, soprattutto, di sviluppare poi le relative complicazioni che possono portare al ricovero ospedaliero e ad ulteriori aggravamenti.

Va ricordato, infine, che per gli over 80 insieme alla terza dose, è possibile fare anche il vaccino antinfluenzale (in questa fase solo nei centri vaccinali). «La co-somministrazione del vaccino antinfluenzale e di quello anti Covid-19 – spiegano dall’Ats – permette di evitare a coloro che intendono sottoporsi ad entrambi di recarsi due volte all’hub. Proprio per tale motivo l’unità di crisi regionale ha ritenuto importante attivarsi – attraverso le Ats e le Asst – per garantire questa offerta agli ultra ottantenni». Da lunedì, inoltre, si è aperta la somministrazione della terza dose (l’antifluenzale sarà effettuata più avanti) agli ospiti delle residenze sanitarie assistenziali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400