Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VIOLENZA GRATUITA

Pestaggio all'esterno di un locale di Asola, due bulli denunciati per lesioni

I fatti risalgono alla tarda serata dello scorso 25 agosto, in azione (per futili motivi) giovani del quartiere

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

22 Settembre 2021 - 15:44

Pestaggio all'esterno di un locale di Asola, due giovani denunciati per lesioni

ASOLA - La sera dello scorso 25 agosto, all'esterno di un locale di via Lazio, un giovane è rimasto vittima di un violento pestaggio. Arrivati sul posto, i carabinieri hanno trovato un giovane tumefatto e sanguinante, colmo di contusioni, poi trasportato presso l’Ospedale di Asola. La prima prognosi era stata di trenta giorni salvo complicazioni. I militari hanno intrapreso le indagini del caso, ascoltando i testimoni trovati sul posto; ma subito è emersa molta omertà e nessuno dei presenti ha dato informazioni utili, per paura di ritorsioni. I carabinieri di Asola non si sono arresi, hanno passato al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianze esterne al quartiere, in quanto quell’area nonostante interessata da molti complessi residenziali e locali commerciali ne è sprovvista. Analizzando gli accessi, è stata individuata una persona che, sentita in caserma, ha riferito di aver visto quanto accaduto e di conoscere di vista i due aggressori. Il lavoro minuzioso da parte degli uomini dell'Arma ha permesso di identificare due giovani, rispettivamente di 21 e 22 anni, residenti nel territorio, che a detta di altre persone si 'divertono' facendo i bulli del quartiere. Di fatto, è emerso che alla base del violento pestaggio, oltre al presunto abuso di sostanze alcoliche, vi sono futili motivi, forse inventati, solo per “marchiare il territorio”. Da quel giorno il quartiere di via Lazio è ancor più sottoposto a incessante controllo da parte dei carabinieri, che già in precedenza erano dovuti intervenire per sedare le lamentele dei residenti circa i numerosi e continui disturbi notturni. I due giovani denunciati dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria per il reato di lesioni personali in concorso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400