Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA PREVENZIONE

Test salivari a scuola: grande disponibilità degli alunni

Fiducia e sorrisi all'elementare Bissolati e alla media Virgilio grazie al garbo e al clima di gioco subito instaurato con i sanitari

Lucilla Granata

Email:

redazione@laprovinciacr.it

18 Settembre 2021 - 06:25

Test salivari a scuola: grande disponibilità degli alunni

CREMONA - È iniziato ieri mattina presto il servizio di monitoraggio della circolazione di Sars-CoV-2 in ambito scolastico da parte di Ats. La campagna di testing salivare, che avverrà in questi giorni nelle cosiddette «scuole sentinella» primarie e secondarie di primo grado, ha preso il via dalle elementari Bissolati per proseguire alla scuola Virgilio, guidata dalla preside Daniela Marzani. 

Si tratta di un monitoraggio vero e proprio del virus. Siamo contenti di tornare in queste che abbiamo scelto come scuole sentinella, perché hanno risposto con grande immediatezza alle nostre richieste nonostante l’imminente inizio dei corsi e non era così scontato

Le operatrici dell’Ats sono state accolte benissimo dagli alunni nelle scuole, anche grazie al garbo e al clima di gioco che hanno saputo creare per attuare l’operazione.

«L’anno scorso si è trattato di un’attività di sperimentazione» spiega la dottoressa Laura Rubagotti referente del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria per l’ambito scolastico».

«Quest’anno invece si tratta di un monitoraggio vero e proprio del virus. Siamo contenti di tornare in queste che abbiamo scelto come scuole sentinella, perché hanno risposto con grande immediatezza alle nostre richieste nonostante l’imminente inizio dei corsi e non era così scontato. L’anno scorso infatti , si trattava di valutare l’accettabilità del test e come veniva recepito dalle famiglie, quest’anno invece si tratta di una vera e propria verifica della circolazione del virus. I test salivari non hanno bisogno di conferma e sono nominali. Verranno eseguiti ogni 15 giorni per due mesi. Noi come Ats saremo presenti solo in questa prima verifica, dopodiché la gestione sarà delle scuole, anche se ciascun istituto avrà un nostro referente a disposizione . Per noi è importante questa operazione perché ci permette di tornare finalmente ad operare sul territorio e avendo un contatto diretto con l’utenza. Siamo soddisfatti della risposta positiva delle famiglie perché questo test è di vitale importanza. È in grado infatti di intercettare precocemente il contagio anche in assenza di sintomi e quindi di evitare lo sviluppo di focolai. Questo significa che più adesioni ai test ci sono, più si potrà preservare il regolare svolgimento dell’anno scolastico senza la necessità di chiusure o quarantene».

Ieri mattina tutto si è svolto rapidamente e senza intoppi. I bambini, una classe per volta, si sono presentati in modo ordinato nelle palestre delle scuole, posizionati alla giusta distanza l’uno dall’altro ed eseguito autonomamente il test, seguendo in silenzio e con grande attenzione le indicazioni e succhiando infine il ‘lecca lecca’ fornito dagli operatori Ats. Pochi istanti, un bell’evidenziatore in premio a ciascun bambino e poi il rientro in aula per fare spazio alla classe successiva. «Con i bambini più piccoli è ancora più facile» conclude Rubagotti. «Sono bravissimi, molto disciplinati e hanno recepito immediatamente le regole per un comportamento scolastico corretto in questo momento storico particolare».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400