Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

OPERAZIONE ANTI-CONTAGIO

Cremona, al via lo screening nelle scuole con i test salivari

Adesione su base volontaria: si inizia venerdì 17 con gli studenti della primaria Bissolati e della media Virgilio

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

16 Settembre 2021 - 19:42

Cremona, al via lo screening nelle scuole con i test salivari

CREMONA -  Domani, venerdì 17 settembre, prende il via anche in provincia di Cremona lo screening con i test salivari per monitorare l’andamento dell’epidemia negli istituti scolastici: le prime scuole coinvolte sono la primaria Bissolati e la media Virgilio, come ha annunciato Laura Rubagotti, responsabile del gruppo scuola dell’Ats Val Padana. I test salivari - totalmente gratuiti - consentiranno di individuare casi di positività asintomatici: lo screening riguarderà alcune scuole campione del territorio cremonese per un totale di 315 bimbi della primaria e 201 della media. La sperimentazione prevede quattro interventi a distanza di due settimane l’uno dall’altro. 

A livello regionale, nella fase iniziale sono sono stati invitati ad aderire 1.600 alunni: sulla base della precedente esperienza è attesa un'adesione stimata intorno al 60%. L'adesione degli studenti, infatti, avviene su base volontaria attraverso la sottoscrizione del consenso informato dei genitori e non comporta vincoli per l'accesso a scuola. "Questa attività nelle scuole - rimarca la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti - rappresenta una concreta misura per rilevare eventuali incrementi della circolazione del virus tra i bambini e gli adolescenti ed è volta a ridurre il rischio di provvedimenti restrittivi come la didattica a distanza che tanto hanno pesato su giovani e famiglie nei mesi passati". Inoltre Moratti aggiunge: "Accanto alla vaccinazione, che resta l'arma più efficace di contrasto al virus, ricordo anche che i ragazzi tra i 6 e gli 11 anni hanno la possibilità di effettuare gratuitamente, ogni 15 giorni, un tampone antigenico rapido in farmacia, prenotandolo attraverso il portale prenotasalute.regione.lombardia.it".

"I dati dimostrano che per il tampone salivare può essere usato con affidabilità per la diagnosi del Coronavirus. Paragonata con il tampone nasofaringeo, ha una sensibilità molto simile, nelle prime fasi dell'intenzione sembra avere un'affidabilità addirittura maggiore. Hanno inoltre validità anche sulle varianti", ha spiegato all'Ansa Massimo Pizzato, virologo del Cibio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400