Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GADESCO PIEVE DELMONA: IL LUTTO

Addio a Davide Viola, ex sindaco e presidente della Provincia

Da qualche tempo lottava contro una grave malattia. Era anche membro dell’ente CremonaFiere. Aveva 53 anni. Il ricordo di Signoroni e Piloni

Serena Ferpozzi

Email:

redazione@laprovinciacr.it

17 Settembre 2021 - 09:56

Addio a Davide Viola, ex sindaco e presidente della Provincia

GADESCO PIEVE DELMONA - Lutto nel mondo della politica cremonese. Si è spento Davide Viola, ex sindaco di Gadesco per 15 anni (dal 2004 al 2019), presidente della Provincia (dal 2016 al 2019) e vice presidente (dal 2014 al 2016); da qualche tempo lottava contro una grave malattia.

E' vasto il cordoglio per la morte di Davide Viola, scomparso all'età di 53 anni. Figura storica nell'ambito dell'amministrazione pubblica della Provincia di Cremona. Viola infatti è stato vicesindaco del comune di Gadesco dal 1995 al 2004 per poi guidare l'ente locale per 15 anni dal 2004 al 2019 di cui attualmente era ancora il vicesindaco. Fondamentale anche il ruolo di presidente della Provincia che ha ricoperto tra il 2016 e il 2019. Un amministratore capace, preparato che ha sempre saputo affrontare con determinazione e senso di dedizione i problemi sia locali che territoriali. Un uomo eccezionale altruista e generoso, con un grande senso di responsabilità: sono questi i primi ricordi che affiorano alla mente degli ex colleghi. Lavorava come dirigente di banca.

Sull'improvvisa scomparsa di Viola, interviene il presidente della Provincia Mirko Paolo Signoroni: "Sono profondamente addolorato per la scomparsa del collega Davide Viola, ex Sindaco ed ex Presidente della Provincia di Cremona, tuttora Vice Sindaco a Gadesco. In questo momento di particolare dolore, a nome del Consiglio Provinciale e dell’Ente, esprimiamo la totale vicinanza alla famiglia. E’ stato un riferimento per tutti noi, sia come amministratore che come persona, che ha testimoniato un grande impegno civico ed attenzione alla comunità, ai bisogni dei più fragili come alla vicende complesse della Provincia, proprio in un momento storico di profondi cambiamenti sia della PA nel suo complesso che degli enti locali, mettendosi a disposizione nell’immediato dopo “legge Delrio”. La stessa partecipazione ai tavoli della competitività così come ai progetti di sviluppo del territorio lo hanno visto e vedevano recentemente impegnato, su più fronti, dalle partecipate alla stessa Fiera di Cremona, con un occhio e pensiero proiettato sempre verso il futuro, oltre la quotidianità delle emergenze. Il suo apporto è stato significativo, e con quel valore aggiunto, per una crescita sia in termini umani che a livello di territorio”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400