Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LINEA FERROVIARIA

«Disagi per centinaia di pendolari, ma nessun nuovo treno per la Linea Crema-Cremona-Mantova»

Il M5S: «Ritardi e cancellazioni dovute a treni vetusti. Fontana si interessi al nostro territorio»

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

16 Settembre 2021 - 12:08

«Disagi per centinaia di pendolari, ma nessun nuovo treno per la Linea Crema-Cremona-Mantova»

La stazione di Cremona

CREMONA -  “Treni soppressi o in pesante ritardo, da giorni stanno creando disagi ai pendolari cremaschi e cremonesi. Come al solito, nucleare a parte, Regione si dimentica sempre del nostro territorio”. A dirlo è Marco Degli Angeli, consigliere pentastellato di Regione Lombardia il quale, dopo aver raccolto numerose testimonianze dei cittadini, si pone un interrogativo:

“Sembra che i disservizi derivino da guasti del materiale rotabile. Per i pendolari cremaschi non è cambiato nulla. Anche con la ripresa di settembre si continua a viaggiare su treni vecchi e soggetti a numerosi guasti, che si traducono in ritardi, cancellazioni e ore di vita buttate. È mai possibile che dei 222 nuovi treni acquistati in questi anni, nessuno di questi sia stato destinato alle linee della nostra provincia?

Una domanda, quella del Consigliere, che trova già una risposta, visto l’accesso agli atti fatto lo scorso luglio: a Cremona non arriverà nessun nuovo treno. Precisa Degli Angeli: “Non c’è da stupirsi visto che da Regione - come riportato dalla stampa nazionale qualche mese fa - è stato chiaramente detto, citando Grimoldi, dirigente e deputato Leghista, che gli investimenti verranno fatti sulle linee più frequentate e non su quelle più sfigate”.

Aggiunge il consigliere: “Cosa devono aspettarsi i numerosi pendolari che ogni mattina usano i treni per andare al lavoro o a scuola? Anche il casalasco è fortemente penalizzato da questo disinteresse, infatti - sottolinea - per quanto Trenord abbia dichiarato di aver messo in campo la massima capacità per la ripresa delle scuole, i numeri sembrano smentire quanto da loro ha asserito. Mi aspetto - conclude il consigliere del M5s Lombardia - che Regione intervenga in modo solerte per risolvere i problemi: servono investimenti puntuali e non altre chiacchiere”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400