Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA: I NODI URBANISTICI APERTI

Pierina verso una nuova vita. Dopo vent’anni, attesa finita

Trattativa con un privato per ristrutturare il dopolavoro abbandonato. Mentre al parco penserà il Comune

Dario Dolci

Email:

redazione@laprovinciacr.it

08 Settembre 2021 - 06:10

Pierina verso una nuova vita. Dopo vent’anni, attesa finita

L'ex cascina della Pierina

CREMA - Non solo il parco da 110 mila metri quadrati, ma pure la cascina, oggi fatiscente e che in passato ha ospitato un bar-

Vista l’importanza dell’intervento e i costi, serve un accordo di partenariato tra pubblico e privato. E non escludo che ci possano essere delle novità

ristorante e gli spogliatoi per gli impianti sportivi dell’allora dopolavoro Olivetti. L’amministrazione comunale sta lavorando al recupero dell’area della Pierina, di proprietà del Comune dal 1999, quando fu acquistata dall’industria di Ivrea per 3,2 miliardi di lire. «Per ristrutturare la cascina – rivela l’assessore all’Urbanistica Cinzia Fontana — vista l’importanza dell’intervento e i costi, serve un accordo di partenariato tra pubblico e privato. E non escludo che ci possano essere delle novità». Di più, in attesa che l’intesa si concretizzi, l’assessore non dice, ma è in corso una trattativa affinché, dopo vent’anni di idee mai sviluppate e di progetti mai portati a termine, si possa iniziare a ridare vita al polmone verde a nord della città. Sebbene non sia ancora dato sapere come si intenda utilizzare l’ex cascina. Per quanto riguarda la sistemazione del parco e la riapertura al pubblico, invece, il Comune ha partecipato a un bando nazionale per la rigenerazione urbana, con un progetto da 4,9 milioni di euro, concentrato sull’area nord-est, chiamato Rigenerando Crema 3C (Connessione-conoscenza-comunità). Se finanziato, prevede tre interventi: un sottopasso ciclopedonale lungo il viale di Santa Maria per un importo di 2 milioni euro; l’ala B dell’ex università (al bando emblematici Cariplo, l’amministrazione ha partecipato con il progetto sull’ala A, quella attualmente utilizzata) per circa 1,9 milioni euro. E appunto, la «riqualificazione» di una parte del parco della Pierina per quasi un milione.

«In aggiunta — prosegue Fontana — abbiamo partecipato ad un analogo bando regionale, chiedendo un finanziamento di 500 mila euro per lavori complementari all’ala A dell’università, in aggiunta a quelli già finanziati dalla Cariplo». La rinascita complessiva dello spazio verde di via Bramante, come ambito urbano da destinare a funzioni sociali, ricreative e ambientali, prevede non solo la sistemazione del verde esistente, ma l’arrivo di nuove piante, la realizzazione di percorsi pedonali, l’illuminazione e la creazione di aree di sosta attrezzate.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pierangelolodetti

    08 Settembre 2021 - 13:48

    Riqualificare "una parte" del parco della Pierina con "quasi" un milione di euro ??? Ma veramente ??? ...

    Report

    Rispondi