Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Si allarga la discarica selvaggia di via Magnasco

Il problema rimane irrisolto e intanto i cumuli di rifiuti crescono sotto le finestre dei condomini

Massimo Schettino

Email:

mschettino@laprovinciacr.it

06 Settembre 2021 - 06:00

Si allarga la discarica selvaggia di via Magnasco

CREMONA - La discarica selvaggia invece di sparire si allarga: succede in via Magnasco, all’incrocio con via Castelverde, al Cambonino, dove un angolo di giardino delle case Aler nei pressi dei bidoni dell’immondizia da circa un anno si è trasformato in un deposito di rifiuti. Proprio ai piedi di un cartello che ammonisce severamente: «Area soggetta a controllo della polizia locale», con l’icona di vigile urbano, qualcuno ha abbandonato di tutto: al 9 di agosto c’erano già la rete di un letto, sacchi di indifferenziata, pezzi di arredamento, uno stendibiancheria. Adesso a questi ‘pezzi’ storici qualche incivile ha aggiunto un armadio e una cassettiera smontati e abbandonati, olio per motore, borse, scarpe e, poco più in là, due scatoloni di pentolame e stoviglie varie. Poco prima, sempre in via Magnasco, c’è un’altra discarica fra i condomini. Anche qui c’è di tutto e anche qui il cumulo continua a crescere: fra i nuovi arrivi un materasso arrotolato e lo scatolone di una lavatrice riempito di roba varia.


«Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni — avevano spiegato dall’Aler ad agosto — con tanto di numero di targa e i responsabili sono stati segnalati alle forze dell’ordine. A scaricare qui non sono solo gli inquilini Aler, ma anche persone che vengono da altre zone di Cremona e addirittura da altri Comuni». Aler poi spiegava di avere in corso una campagna di informazione rivolta ai condomini per l’uso del servizio di ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti, messo a disposizione dal Comune attraverso Linea Gestioni al numero 0372/41866. Campagna che non sembra dare i frutti sperati. «Voglio sottolineare — aveva spiegato dal canto suo l’assessore Maurizio Manzi — che ogni volta che Linea Gestioni interviene per rimuovere i rifiuti abbandonati escono un mezzo con due persone il cui costo alla fine va a gravare sulla comunità». Quanto alle discariche di via Magnasco, «il Comune non può andare in giro per i condomini Aler a rimuovere i rifiuti: la pulizia delle parti comuni spetta a loro e si stanno attrezzando. Noi abbiamo già comunicato ad Aler che devono effettuare la rimozione di questi rifiuti». Ma l’azienda lombarda di edilizia pubblica ad agosto aveva precisato: «Il problema di questa discarica è all’attenzione di Aler e Comune, ma noi non abbiamo i mezzi per provvedere. È una delle questioni sul tavolo». Nel frattempo, i cumuli crescono sotto le finestre dei condomini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400